/ ATLETICA

ATLETICA | 10 luglio 2022, 19:41

Atletica: Splende Axelle Vicari ma brillano anche gli altri valdostani ai campionati junior

I campionati italiani Juniores sorridono all’atletica valdostana che festeggia una prestigiosa medaglia d’oro

Lo sfortunato Diego Yon

Lo sfortunato Diego Yon

A centrare questo importante risultato è stata la mezzofondista, proveniente dalla corsa in montagna, Axelle Vicari che ha fatto propria la maglia di campionessa d’Italia 2022 nella gara dei 5000 metri.  Sabato al Raul Guidobaldi di Rieti la portacolori della Sisport Torino ha aggiunto un’altra perla nel suo già prestigioso palmares centrando la vittoria, demolendo il primato personale di 17’26”, portandolo a 17’05”03 imponendosi nel finale per poco più di mezzo secondo sulla toscana dell’Atl. Empoli Greta Settino (17’05”62); terza, più staccata, Nicole Coppa con 17’09”17.

Grazie ad una perfetta gestione tattica il talento di Valsavarenche è stata brava restando coperta per buona parte della gara. A cambiare passo al quarto chilometro, giungeva l’allungo di Nicole Coppa, del Bracco Atletica Milano, avanti per cercare di fare selezione. Dietro Settino e Vicari la riagganciavano ai 300 mt dall’arrivo ed era la toscana che provava l’accelerazione a cui però rispondeva Axelle che sul rettilineo finale sorprendeva per il suo rush finale e s’involava con centrando una vittoria meritatissima. Dopo i grandi risultati ottenuti a Las Palmas negli europei under 20 di corsa in montagna, confermata la grande condizione che associata alla grande verve agonistica le ha permesso il raggiungimento di questi grandi risultati. Ora a fine mese il secondo appuntamento con i tricolori di corsa in montagna per cercarsi la convocazione per i mondiali, ancora di corsa in montagna, in programma a inizio novembre in Thailandia.

A livello individuale bene si è comportato Diego Yon (Pont Donnas) che ha preso parte a questa edizione dei campionati italiani juniores affrontando, nella prima giornata, i 3000 siepi e, nella seconda, i 3000 piani.

Sabato nella gara con barriere, con la speranza di un piazzamento di rilievo; il 18enne dell’Atletica Pont Donnas incappava in una caduta a circa mille metri dalla conclusione che gli faceva perdere il treno migliore. La realtà, forse un po’ amara sentenziava un comunque valido quinto posto finale.

La vittoria, mai in discussione, era per Cesare Caiani (9’20”47), argento per Luca Andreis (9’24”65), bronzo per Lorenzo Bellinvia (9’31”22). La quarta piazza finiva per essere appannaggio del torinese del Cus Davide Rapallo (9’34”58) mentre l’atleta valdostano in canotta bianca concludeva in 9’40”82, 10 secondi oltre il personale.

Il giorno seguente, sui 3000, in una gara ad alta intensità, il talento di Donnas concludeva il suo secondo impegno correndo la distanza in 9’02”24, prestazione che gli portava in dote la 14esima posizione finale.

Si è conquistata la finale e un valido settimo posto nei 400hs juniores la 18enne  Elisabetta Munari. La portacolori della Calvesi ha esordito in batteria correndo il quinto tempo in 1’03”35. Nella finale, nella gara monstre di Alessia Seramondi, neo campionessa italiana con 57”29, crono che rappresenta il miglior risultato mondiale under 20, la calvesina è stata brava a correre sui suoi limiti tornando sotto il muro del 1’03”, con 1’02”98, che migliora di 24 centesimi lo stagionale 2022.

L’altra individualista e prima atleta della pattuglia valdostana impegnata a Rieti è stata la velocista piemontese della Calvesi Giulia Cavigioli, classe 2003. Inserita nella terza delle cinque batterie dei 100 metri, l’atleta in canotta rossa ha corso la sua gara nel tempo di 12”76 (+2.4) che non le ha garantito la qualificazione alla fase successiva, la semifinale, e le ha portato in dote il 34esimo posto finale.

Presenze valdostane anche nelle prove a squadre femminili. Nella staffetta veloce 4x100 il quartetto femminile dell’Atletica Sandro Calvesi è stata protagonista nella prima delle tre serie in programma. Giulia Cavigioli, Sara Lorenzini, Bianca Barenghi e Camilla Sergi hanno combattuto da par loro correndo in 49”76, riscontro cronometrico che le ha proiettate al 14esimo posto finale e le ha portato in dote il nuovo record valdostano di categoria migliorando il primato che reggeva dal lontano 1995, ad opera del quartetto del Pont Donnas composto da Grippo, Giacomazzi, Raggio, Finotti.

Presenze valdostane anche nell'ultima prova della tre giorni dei tricolori Juniores di Rieti con la staffetta 4x400 dove in campo femminile hanno gareggiato le ragazze della Calvesi. Camilla Sergi al lancio, Bianca Barenghi e Sara Lorenzini nelle frazioni centrali e Elisabetta Munari in quella di chiusura hanno concluso nel tempo di 4'04"89 risultato che ha proiettato il team valdostano al nono posto della classifica finale.

fuas/ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore