/ ATLETICA

ATLETICA | 14 ottobre 2021, 12:26

Podismo: Ad Aosta torna il 'Trofeo 7 Torri'

Riservata ai tesserati Fidal, la gara è inserito nel calendario della Federazione di atletica leggera

Podismo: Ad Aosta torna il 'Trofeo 7 Torri'

Domenica 24 ottobre per la 34esima volta il cuore di Aosta sarà percorso dagli atleti che animeranno il “Trofeo 7 Torri,” la classica staffetta podistica del capoluogo che fa il suo ritorno nel calendario delle competizioni sportive con alcune novità dopo un anno di stop forzato a causa della pandemia.

Accompagnatori, appassionati e semplici curiosi potranno applaudire i corridori, suddivisi in squadre di tre atleti, lungo il tracciato che tocca vestigia cariche di storia dell'antica Augusta Prætoria: uno scenario che è unico nel panorama dell'atletica leggera. La competizione, infatti, prende questo nome in quanto raggiunge (o avvicina) le sette torri erette nel tempo a difesa della cinta muraria della città di Aosta.

Difatti, vicino alla stazione ferroviaria si costeggia la Tour du Pailleron poi, proseguendo, si attraversano i resti della Torre Plouve; si sacrifica la Tour Fromage l’unica torre che concretamente gli atleti non abbracciano e, passando da uno dei simboli della città, l’Arco di Augusto, i protagonisti percorrendo via Guido Rey, transitano dalla Torre dei Balivi. Il tracciato (che passa per la prima volta da via San Giocondo), tocca piazza Roncas e raggiunge la Tourneuve. Nella parte finale, passaggio dalla Torre del Lebbroso, incrociando via Festaz e, ultima, a poche centinaia di metri dalla zona cambio e arrivo di piazza Chanoux, la Torre di Bramafam.

Riservato ai tesserati Fidal, il Trofeo 7 Torri è inserito nel calendario della Federazione di atletica leggera, e come tutte le prove sotto l'egida federale dovrà sottostare al protocollo che il mondo dell'atletica si è vista approvare dal ministero della Salute in ragione dell'emergenza epidemiologica in atto. Particolare attenzione sarà, dunque, posta a garantire lo svolgimento della gara in piena sicurezza. In particolare, vi potranno prendere parte esclusivamente coloro che, dai 12 anni in poi, siano in possesso del Green Pass. 

Inoltre, per il monitoraggio delle presenze tutti i partecipanti dovranno anche consegnare l’autodichiarazione anti-Covid-19, mentre per evitare assembramenti la segreteria per il ritiro dei pettorali è stata prevista sotto i portici della piazza, sul lato dell’entrata del Municipio. Infine, a tutti gli atleti sarà offerta una mascherina personalizzata per l’evento che potrà essere utilizzata sulla linea di partenza, allorquando tutti gli atleti dovranno obbligatoriamente indossarla.

Confermata formula e programma della competizione che prevede dalle ore 10 le partenze delle prove giovanili, con i bambini di 8/9 anni (Esordienti B) che apriranno la gara della 3x500mt, staffetta che seguirà il tracciato che dalla partenza/arrivo organizzata sul sagrato di piazza Chanoux toccherà avenue du Conseil des Commis, via Festaz, via Gramsci e via de Tillier.

Stesso percorso, a seguire, per i 10/11 anni (Esordienti A), 12/13 anni (Ragazzi/e) e in chiusura i 14/15enni (Cadetti/e). Chiusa la parentesi dei piccoli, a seguire, indicativamente verso le 10,30, pronti a macinare i 4km saranno i primi frazionisti della 3x4km assoluta. Il percorso, di base aderente all’ultima edizione, quella del 2019, prevede una sola sostanziale modifica. Stante il cantiere in via de Sales, nell’adiacenza della Cattedrale, gli atleti provenienti dall’Arco di Augusto, percorreranno via Guido Rey e giunti all’intersezione con Via Xavier de Maistre, entreranno in via San Giocondo fino a raggiungere Piazza Roncas, per poi ritornare sul tracciato originario.

"Si tratta di un evento che l'Amministrazione ha fortemente voluto - dichiara l'assessora allo Sport Alina Sapinet - e, di fatto, risulta essere il primo evento sportivo proposto in città nel 2021. Del resto siamo convinti che il Trofeo 7 Torri, oltre a rappresentare una 'classica' nel panorama delle corse podistiche, possa diventare in futuro una manifestazione più ampia e attraente della semplice competizione, valorizzando l'unicità della prova e lo scenario che attraversa, sempre particolarmente apprezzato dai protagonisti".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore