/ SPORT INVERNALI

SPORT INVERNALI | 28 febbraio 2020, 20:11

LA THUILE E' PRONTA PER LO SPETTACOLO DELLA COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO FEMMINILE

Sabato 29 febbraio il superG, domenica 01 marzo la Combinata. L'Italia schiera Federica Brignone, Marta Bassino, Nadia Delago, Nicol Delago, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Verena Gasslitter, Laura Pirovano e Valentina Cillara Rossi. Partenza alle 10.30.

LA THUILE E' PRONTA PER LO SPETTACOLO DELLA COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO FEMMINILE

La Thuile è tornata a colorarsi di bianco per il ritorno della Coppa del Mondo. L’antivigilia ha infatti portato oltre 30 centimetri di neve sul comprensorio sciistico della piccola Valle d’Aosta, che si sta preparando al grande spettacolo. Le recenti restrizioni imposte non permetteranno di battere il record di quattro anni fa: al parterre potranno infatti accedere solo le persone che hanno acquistato un biglietto nominativo per la tribuna o che hanno accredito per la Vip Lounge o per la zona fan club.

A La Thuile cresce comunque l’attesa e tutto è pronto per la grande festa. Nelle ultime ore gli uomini di pista sono stati chiamati a fare gli straordinari. Hanno lisciato a ripetizione il pendio di gara per togliere tutta la neve caduta e lasciare solo la traccia compatta. Niente sciata in pista questa mattina: le varie squadre hanno optato per programmi diversi. Alcune atlete hanno fatto riposo, altre hanno invece sciato nella parte alta del comprensorio, in condizioni davvero splendide. 

Domani la 3-Franco Berthod ospiterà il superG che partirà da quota 2075 metri e che presenta pendenze medie del 31%, con una punta massima che raggiunge il 76%. Il tratto più ripido arriva subito dopo la partenza. Due spinte per lo slancio iniziale, poi forze e velocità aumenteranno subito per i primi curvoni che porteranno al Muret e poi all’Alpe Planey, dove sarà fondamentale non perdere velocità e prendere il giusto slancio sulla traversa che porterà all’ingresso del “Muro della 2”. Le pendenze si faranno di nuovo severe: altro tratto al 65%, molto più breve del muro iniziale. Tre-quattro curve al massimo che immetteranno nella “Mini Centrale”, al salto “Baita di Giorgio”, a “Magneuraz” e sulla Diagonale, passaggio molto semplice che strizza l’occhio alle sciatrici più scorrevoli. Qualche secondo in posizione, prima di preparare l’ingresso sull’ultimo muro che si affaccerà sul traguardo e sulle tribune. Un altro tratto con il 61% di pendenza. 

Domani l’Italia schiera Federica Brignone, Marta Bassino, Nadia Delago, Nicol Delago, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Verena Gasslitter, Laura Pirovano e Valentina Cillara Rossi. Partenza alle 10.30. 

È confermato il servizio navette, mentre l’estrazione pubblica dei pettorali e le cerimonie di premiazioni serali sono annullate.

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore