/ CICLISMO

CICLISMO | 14 gennaio 2024, 19:04

Ciclismo: Filippo Agostinacchio si bissa campione italiano a Cremona

Ieri, bronzo nella Team Relay per la Beltrami Tsa Tre Colli di Mattia e Filippo Agostinacchio e oro nei Master 7 di Corrado Cottin

Filippo Agostinacchio (repertorio)

Filippo Agostinacchio (repertorio)

Due giorni dei Campionati Italiani di Ciclocross, ieri e oggi, a Cremona, tracciato che consegna a Filippo Agostinacchio la riconferma tricolore negli Under 23 e un bronzo per Sofia Guichardaz. Ieri, bronzo nella Team Relay per la Beltrami Tsa Tre Colli di Mattia e Filippo Agostinacchio e oro nei Master 7 di Corrado Cottin.

Negli Under 23, bissa il successo di Ostia 2023 Filippo Agostinacchio (Beltrami Tsa Tre Colli; 48”09), a precedere Enrico Barazzuol (Team Bosco; a 33") e Cristian Calligaro (Ktm Alchemist; a 34”). Al femminile, titolo a Valentina Corvi (Fas Airport; 43’28”) seguita da Gida Borghesi (Team Lapierre; a 8”) e da Carlotta Borello (Dp66; a 1’12”). All’11° posto Nicole Pesse (Fas Airport Services Guerciotti; a 4’32”9); 14° Giulia Challancin (VallerBike; a 6’52”).

Negli Juniores Donne, terzo gradino del podio a Sofia Guichardaz (Beltrami Tsa Tre Colli; a 1’34”), nella gara vinta da Elisa Ferri (Fas Airport; 40’36”) davanti a Ilaria Tambosco (Sanfiorese; a 1’10”). In campo maschile, successo del favorito Stefano Viezzi, che precede Lorenzo De Longhi e Mattia Proietti Gagliardoni. Al maschile, successo di Stefano Viezzi (Dp66; 35’29”). Al 18° posto Kristian Blanc (Salus Cx Academy; a 2’59”); 38° Mattia Agostinacchio (Beltrami Tsa Tre Colli; a 5’23”), vittima di una foratura, dopo due giri, quando era al comando della gara.

Nella prima giornata di gara, sabato 13 gennaio, nella Team relay, medaglia di bronzo per la Beltrami Tsa Tre Colli, con al via Samuele Scappini, Marta Zanga, Mattia e Filippo Agostinacchio, che chiudono con il tempo complessivo di 28’56”, con un ritardo di 40” dai vincitori, la Fas Airport Services Guerciotti (Tommaso Ferri, Mattia Proietti Gagliardoni, Sara Casasola e Gioele Bertolini; 28’16”), e secondo gradino del podio alla Dp66, di Giacomo Serangeli, Ettore Fabbro, Carlotta Borella e Stefano Viezzi (28’33”).

Titolo italiano griffato rossonero nei Master 7 grazie a Corrado Cottin (Team Benato; 43’28) a precedere Giorgio Chiarini (Flandres Love; 43’51”) e Sante Schiro (Cicli Rossi; 44’36”).

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore