/ SPORT INVERNALI

SPORT INVERNALI | 25 novembre 2023, 20:00

Trecento Children in arrivo a Pila per il terzo Top 50

Il confronto internazionale torna il 12 e 13 dicembre

Foto Pierre Lucianaz

Foto Pierre Lucianaz

Top 50 si conferma primo appuntamento di stagione per i Ragazzi e gli Allievi dello sci alpino. Martedì 12 e mercoledì 13 dicembre circa trecento atleti apriranno il cancelletto di partenza e daranno inizio alle sfide, nell’ormai tradizionale “opening” di categoria in programma a Pila.

 

Il confronto internazionale metterà di fronte i migliori 250 Children italiani - scelti dal comitato organizzatore in base alle graduatorie Race Future Club e Podhio Race Generation - e una cinquantina di coetanei stranieri, in modo particolare di Francia, Svizzera e della Ski Academy Apex 2100 che accoglie atleti da tutto il mondo. 

 

Per rendere sempre più internazionale e attraente l’evento, l’organizzazione ha deciso di aumentare il numero di pettorali a disposizione, arrivando a un massimo di 300. Tra invitati, richieste dall’estero e wild card assegnate ai Comitati regionali, anche per la terza edizione i posti sono andati esauriti.

 

Mentre a Pila si lavora alla preparazione delle piste, lo staff dello sci club Aosta (organizzatore in collaborazione con la rivista Race ski magazine) sta definendo la lista finale degli atleti e i dettagli logistici. Le giovani promesse gareggeranno in gigante e in slalom, partendo secondo i punteggi acquisiti durante la passata stagione. 

 

Tutti i partecipanti riceveranno un gilet esclusivo realizzato da PDH in collaborazione con Atomic, due partner prestigiosi che hanno confermato il proprio sostegno, così come Liski Sport Equipment, in pista e sul palco anche per la terza edizione di Top 50. Tra i tanti premi, ce ne sarà uno speciale: gli atleti che saliranno sul podio, non importa di quale gara o categoria, riceveranno un pettorale celebrativo dell’evento con le firme originali di Sofia Goggia, Mikaela Shiffrin, Lucas Braathen e Aleksander Aamodt Kilde.

 

Luca Tavian, Atomic marketing manager Italia: «Crediamo che il vero motore del progresso sia nel coltivare e nutrire il talento delle nuove generazioni. Sostenere eventi e iniziative dedicati ai giovani è un investimento prezioso per costruire un futuro ricco di innovazione e creatività».

 

Massimo Raffaelli, presidente sci club Aosta: «Non c’è futuro senza giovani ed è per questo che ogni giorno ci impegniamo per offrire qualcosa di nuovo e coinvolgente agli sciatori del domani. Questo evento nasce per garantire un confronto di inizio stagione a quegli atleti che sognano in grande e che ci mettono anima e cuore, dodici mesi l’anno, per provare a raggiungere l’apice della piramide».

red/acmediapress

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore