/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 14 luglio 2022, 21:25

BOOM DELL'INIZIATIVA FAI FARE UN SALTO ALLA SOLIDARIETA’

UN PROGETTO INNOVATIVO CHE HA UNITO POSITIVAMENTE LO SPORT AL TERZO SETTORE

Le associazioni che hanno aderito al progetto

Le associazioni che hanno aderito al progetto

Può un evento sportivo essere cassa di risonanza per il mondo del terzo settore? La risposta è certamente sì. Il riscontro lo si è avuto sabato 2 luglio in piazza Chanoux durante l’evento Asta in Piazza. Grazie ad un costruttivo lavoro di squadra la fortunata edizione 2022 dello scorso 2 luglio ha garantito spettacolo e apprezzamento da parte del pubblico, offrendo in parallelo una preziosa finestra di promozione a tredici onlus che hanno voluto aderire al progetto “Fai fare un salto alla solidarietà”, proposto dagli organizzatori di Area Sport. Uniti si vince, può essere il motto di questa iniziativa benefica finalizzata ad accendere i riflettori sull’importante servizio che quotidianamente viene assicurato da tante associazioni che si adoperano per gli altri.

Tante onlus, di ambiti diversi, hanno vissuto una giornata gomito a gomito attivando confronti, strategie e possibili collaborazioni, avendo al contempo una bella vetrina e popolarità. Alla fine non è mancato un contributo economico che le varie iniziative messe in atto hanno garantito. In totale la raccolta è stata di 4.589,69 euro, così come certificato dalla tesoriera Lorella Zani, grazie ai contributi raccolti per i gadget, i torcetti preparati dagli ospiti della casa circondariale, i posti a sedere nella parte riservata, la riffa e i premi che sono giunti alle fortunate realtà che sono state abbinate ai primi tre classificati della gara del salto con l’asta femminile e maschile di piazza Chanoux.

E’ giusto ricordare le tredici realtà che hanno partecipato: ALICE (Associazione per la lotta all’Ictus celebrale), LES AMIS DU COEUR (Associazione per la prevenzione delle cure cardiovascolari), AVD1 (Associazione Valdostana Diabetici di Tipo1) e AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), LILT (Lega Italiana per la lotta contro i tumori), FIDAS (Federazione Regionale dei Donatori di Sangue), AVAPA (Associazione Valdostana Protezione Animali), ASPERT (Associazione per tutti), FONDAZIONE SISTEMA OLLIGNAN (Associazione che supporta le famiglie con portatori di handicap), AVP (Associazione Valdostana Paraplegici), CENTRO DONNE CONTRO LA VIOLENZA, UNICEF (Fondo Nazioni Unite per l’Infanzia), LA CASA DI SABBIA (A difesa delle famiglie con bambini disabili).

L’Assessora Alina Sapinet ha sottolineato l’interesse e l’attenzione che l’Amministrazione comunale vuole garantire a quegli eventi, come questa edizione di Asta in Piazza, che riescono a risultare coinvolgenti e portatori di validi messaggi di attenzione alla nostra comunità.

Preziosa e fattiva è stata la cooperazione del CSV, il Centro di Servizio per il Volontariato, con il presidente Claudio Latino in prima fila che ha sposato il progetto e si è adoperato per aiutare l’evento. “Questa occasione – ha detto – oltre ad essere un interessante e funzionale momento di aiuto e promozione per il terzo settore ha avuto il certo vantaggio di far confrontare e collaborare le associazioni, sperimentando sinergie  e scambi costruttivi”.

Tanta positività si è colta in questa iniziativa che, per la sua messa in opera, ha potuto contare sul valido supporto della squadra di Area Sport, sugli autisti Ivano e Sergio, sulla professionalità di Claudia e sull’indiscussa abilità di Claudio Calì che assieme allo speaker sportivo Luca Della Porta hanno colorato la serata.

Così l’organizzatore di Asta in Piazza 2022, Fulvio Assanti: “Nel nostro piccolo abbiamo offerto visibilità alle onlus e, come ci eravamo ripromessi, è stata una festa della città di Aosta veicolando preziosi messaggi e in questo ci ha aiutato il Panathlon che ha voluto unirsi a noi dando risalto ai più giovani della competizione. Fare del bene, fa bene e i 2mila euro che come organizzazione abbiamo versato in virtù degli abbinamenti atleta/onlus sono, al di là dell’impegno collegato all’evento sportivo, quanto di più positivo si possa registrare di questa edizione”.

Per quanto attiene la competizione sportiva, è stato detto più volte, questo 2022 risultava essere molto complicato per una concentrazione di appuntamenti internazionali. "Si è optato, ancora di più - ha rimarcato Assanti - sul coinvolgimento delle migliore forze giovani, ma già inserite in un contesto nazionale di alto livello e internazionale. E’ stato facile coinvolgerli e per loro è stato gratificante  gareggiare e nel contempo essere ambasciatori di una associazione no profit. La convinzione che solo i big del salto con l’asta possano garantire una risposta del pubblico è stata sconfessata e Aosta sabato 2 luglio ha potuto contare su di una presenza di pubblico ancora una volta imponente.

Una piazza piena a metà serata, ma ancora più eclatante, conoscendo Aosta e gli aostani, una piazza coinvolta fino all’ultimo salto di una manifestazione che si è esaurita abbondantemente oltre la mezzanotte. Questa è la dimostrazione che i giovani non sono la scelta B, ma con il loro entusiasmo possono essere portatori di una serata di grande spettacolo e coinvolgimento”.

Il presidente del CSV Claudio Latino, in virtù della fattiva collaborazione, riceve da Fulvio Assanti la maglietta dell'evento firmata dagli undici atleti protagonisti dell'edizione 2022 di Asta in Piazza. A destra l'assessora Alina Sapinet

REDIX

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore