/ SPORT INVERNALI

SPORT INVERNALI | 14 gennaio 2022, 16:47

CdM Biathlon: buon sesto posto di Comola in Staffetta a Ruhpolding

Una buona prestazione complessiva del quartetto italiano

Samuela Comola

Samuela Comola

Una buona prestazione del quartetto italiano, questo pomeriggio, nella Staffetta 4x6 km femminile della tappa di Coppa del Mondo di Biathlon, a Ruhpolding (Germania) e convincente la terza frazione di Samuela Comola, molto precisa al poligono.

La vittoria è andata all’imprendibile Francia (Anaïs Chevalier-Bouchet, Chloe Chevalier, Justine Braisaz-Bouchet, Julia Simon; 1h 10’50”0; 0+4), davanti alla Svezia (a 35”1; 0+2) e alla Russia (a 1’12”2; 0+6). L’Italia ha schierato Lisa Vittozzi al lancio (17’35“2; 0+1 0+0), che ha lasciato il testimone in prima posizione a Dorothea Wierer (17’52”2; 0+2 0+1). Terza frazione affidata a Samuela Comola (Cse; 18’33”3; 0+0 0+1), con cambia al quarto posto, a 34”7 dalla Francia. Conclusione di Federica Sanfilippo (18’17”3; 0+0 0+2) e Italia al traguardo in sesta posizione, in 1h 12’18”4 (0+7), attardate di 1’28”4 dalla vetta della classifica.

IbuCup Biathlon

Seconda giornata di IbuCup Senior, questa mattina, a Brezno-Osrblie (Slovacchia), con la disputa della Sprint che, al femminile, ha vissuto sulla vittoria della francese Camille Bened (19’51”1; 0 0). La migliore delle azzurre, 29°, è Beatrice Trabucchi (Cse; 21’34”1; 0 0); 33° Rebecca Passler; 40° Eleonora Fauner; 46° Linda Zingerle; 53° Hannah Auchentaller. Conclusione della tre giorni slovacca, domani, alle 14, con l’Inseguimento.

CdM Sci alpino

Va al norvegese Aleksander Aamodt Kilde (1’42”42) la vittoria nella Discesa libera di Coppa del Mondo di Wengen (Svizzera), davanti alla coppia elvetica Marco Odermatt (1’42”61) e Beat Feuz (1’42”72). Il migliore degli azzurri, 9°, è Dominikl Paris (1’43”42); al 22° posto Matteo Marsaglia (Cse; 1’44”22); non ha concluso la gara Guglielmo Bosca (Cse). Domani, dalle 12.30, la seconda Discesa libera del programma di Wengen.

CdM Sci alpino

(dal sito www.fisi.org) Federica Brignone: “Mi sento meglio, fare discipline traumatiche è meno traumatico, tutto il recupero che ho fatto è servito, sciando ho zero problemi. La prova è andata bene, nelle curve in mezzo alla pista faccio buone traiettorie, sul piano pago tantissimo perché ho ‘preso’ vento e non mi è venuto come volevo. Il sogno fin da quando ero bambina era quello di partecipare a tutte le gare, adesso ci aspettano tre settimane di gare, fra cui delle piste che i piacciono tantissimo come Kronplatz e Garmisch, speriamo di avere le stesse condizioni e poi penseremo a Pechino. In questo mese sono concentrata esclusivamente sulla Coppa del Mondo”.

Files:
 22-01-14 cdm.staff.f.ruhpolding (478 kB)
 22-01-14 ibucup.sprint brezno (439 kB)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore