/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 02 dicembre 2021, 04:00

Un nuovo ausilio sciistico “per tutti”: Progetto sostenuto dal Celva

lo slittino per avvicinare allo sci nordico le persone con disabilità sarà presentato durante l’assemblea generale ordinaria dei Maestri di sci

Luge pour tous disegno 3D

Luge pour tous disegno 3D

Venerdì 3 dicembre, nella giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, durante l’assemblea generale dei maestri di sci, sarà presentato il nuovo ausilio sciistico, ideato dal maestro di sci Andrea Borney.

L’Associazione Valdostana Maestri di Sci e d i suoi maestri da sempre si prodigano affinché lo sci in tutte le sue discipline alpino, nordico, e snowboard sia inclusivo per le persone con disabilità, e la presentazione dell’ausilio in questa importante giornata assume un significato particolare.

Lo slittino pensato per avvicinare allo sci nordico le persone con disabilità, si affianca al B.A.S.S. (Borney Adapted Snowboard System), che consente, invece la pratica dello snowboard. La prototizzazione dell’ausilio, (realizzato nell’ambito del Centro di Ricerca “Pietro Bassi”, organo della Fondazione LYMPH FOUNDATION), è stata possibile grazie al sostegno del CELVA - Consorzio degli enti locali della Valle d'Aosta, che ha erogato un contributo di 2.000,00 Euro per il progetto “Luge pour tous”.

L’ausilio è pensato per le diverse disabilità, modulabile in funzione delle specifiche esigenze della persona, in risposta ad un bisogno e ad una lacuna, che preclude attualmente l’opportunità di avvicinarsi al mondo della neve per molte tipologie di disabilità per la mancanza di strumenti adeguati. E’ pensato però anche per il maestro di sci, che grazie a delle apposite maniglie ha il compito agevolato.

L’ausilio è realizzato con la tecnologia di stampa 3D, particolarmente indicata nella prototipazione. Dopo la prima complessa fase di progettazione 3D, si sono sperimentati alcuni filamenti speciali come PLA con inserti di fibra di carbonio, per individuare il materiale più adeguato per rispondere alle esigenze dell’uso specifico.

E’ stato quindi realizzato il prototipo e segue ora la fase di sperimentazione sulla neve coinvolgendo delle persone con disabilità, prima della sua consegna all’Associazione Valdostana Maestri di sci.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore