/ SPORT INVERNALI

SPORT INVERNALI | 14 maggio 2021, 17:26

Sci: Al lavoro per l'organizzazione della prova di Coppa del Mondo

Per testare la nuova pista, che dovrà essere approntata nei prossimi mesi estivi a cura della Cervino SpA e di Zermatt Bergbahnen AG, si ipotizza di organizzare una gara di Coppa Europa già nel 2022

Sci: Al lavoro per l'organizzazione della prova di Coppa del Mondo

L’Assessore ai Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio, Jean-Pierre Guichardaz, e l’Assessore allo Sviluppo economico, Formazione e Lavoro, Luigi Bertschy, insieme al Sindaco di Valtournenche, Jean-Antoine Maquignaz, al Presidente dell’Asiva, Marco Mosso e al Presidente della Cervino SpA, Herbert Tovagliari, annunciano che FISI e Swiss Ski hanno dato ufficialmente comunicazione dell’avvio di tutte le procedure necessarie a procedere con l’organizzazione della Coppa del Mondo di discesa femminile e maschile sul Plateau Rosà nel 2023.

Le interlocuzioni tra i diversi attori coinvolti sono iniziate alcuni mesi or sono e il riserbo, in questa fase, era di rigore. In questi mesi gli Assessori regionali, con i responsabili della FISI, di Swiss Ski e delle due società gestrici degli impianti di risalita dell’area del Cervino, hanno iniziato un confronto serrato e proficuo per portare alla Federazione internazionale dello sci la proposta accattivante di svolgere due gare di Coppa del Mondo di sci su territorio internazionale.

Queste competizioni, per cui si propone una calendarizzazione in due fine settimana presumibilmente tra fine ottobre e metà novembre, prevedranno infatti partenza e arrivo in due nazioni diverse. Altra particolarità è che esse si svolgeranno a un’altitudine mai toccata finora: la partenza della gara maschile sarà prevista dalla Gobba di Rollin a 3.899 metri in territorio svizzero.

Per testare la nuova pista, che dovrà essere approntata nei prossimi mesi estivi a cura della Cervino SpA e di Zermatt Bergbahnen AG, si ipotizza di organizzare una gara di Coppa Europa già nel 2022.

In questi mesi abbiamo proceduto a instaurare con le società svizzere e la FISI un rapporto di collaborazione per presentare una proposta sportiva che potesse stimolare l’interesse della FIS. Gli atout di cui il domaine skiable del Cervino dispone sono talmente numerosi che non è stato difficile. Siamo ora in attesa di avere una conferma da parte della FIS che ci permetterà di procedere con l’avvio dei lavori per la predisposizione della pista e con la costituzione del comitato organizzatore internazionale – dichiarano gli Assessori Bertschy e Guichardaz.

Avere due gare così importanti sul nostro territorio è un’occasione imperdibile. Stiamo già lavorando per creare le migliori condizioni di sviluppo del progetto che vedrà coinvolte sul lato italiano, oltre alle strutture regionali Infrastrutture funiviarie e Promozione e progetti europei per lo sviluppo del settore turistico, l’ASIVA (e la FISI), la società Cervino, l’amministrazione comunale e gli operatori turistici di Valtournenche. Solo attraverso la fattiva collaborazione di tutti potremo cogliere a pieno tutte le opportunità che questo evento internazionale, che auspichiamo possa diventare appuntamento fisso del calendario FIS e, proprio in tal senso, stiamo definendo i ruoli dei vari “attori” coinvolti in questa grande sfida con il fine di garantire un’impeccabile organizzazione per questo evento sportivo di richiamo internazionale – afferma l’Assessore Guichardaz.

Questo progetto è un primo risultato di un lavoro di tessitura di relazioni e collaborazioni anche personali, come con Franz Julen Ceo di ZBG AG, che nasce nella precedente legislatura. In un momento così difficile per lo sci questo progetto è motivo di grande soddisfazione in quanto ci permette di rilanciare l’immagine dello sci in Valle d’Aosta e di lavorare a una programmazione dello sviluppo degli impianti a fune nei comprensori transfrontalieri sia con la Francia che con la Svizzera. Il lavoro da portare avanti sia a livello organizzativo sia per quanto attiene agli investimenti finanziari è ancora tanto e per procedere necessitiamo della collaborazione di tutti gli attori coinvolti – aggiunge l’Assessore Bertschy.

Ospitare ai piedi del Cervino, a cavallo fra due nazioni, una gara di Coppa del Mondo è il coronamento di un sogno e di un lavoro durato anni, portato avanti grazie a proficue collaborazioni mirate a conseguire un obiettivo comune. Si tratta di un’occasione per presentare le meraviglie del nostro comprensorio a un pubblico mondiale e per dare nuovo slancio a Breuil-Cervinia, dopo le catastrofiche conseguenze della mancata apertura della stagione invernale passata – dichiara il Sindaco di Valtournenche, Jean-Antoine Maquignaz.

Lo Speed Opening sulle nevi di Cervinia e Zermatt rappresenta una straordinaria opportunità, un evento dagli elevati contenuti tecnici per uno spettacolo sportivo eccezionale. Si tratta della prima Coppa del Mondo di velocità che si sviluppa tra due Nazioni, un progetto transfrontaliero ambizioso ed innovativo fortemente sostenuto dalla FISI e da SWISS SKI che permetterà agli Atleti più forti al mondo di confrontarsi su un tracciato impegnativo e unico nel suo genere. Lo Speed Opening è una formidabile occasione di promozione sportiva della Valle d’Aosta nel panorama della Coppa del Mondo di sci alpino – afferma il Presidente Asiva, Marco Mosso.

La Cervino S.p.A. e Zermatt Bergbahnen AG possono vantare da anni una stretta collaborazione, volta a valorizzare il comprensorio sciistico del Cervino. L’opportunità di organizzare un evento di questa importanza, sportiva e non, rappresenta sia per l’Italia che per la Svizzera un’occasione da non perdere, oltre che la possibilità di rafforzare ancor più la cooperazione transfrontaliera tra le due realtà; nello stesso tempo, l’impegno organizzativo che ne deriva sarà estremamente importante e richiederà la massima attenzione e collaborazione. Da parte delle due società che gestiscono gli impianti sciistici ai piedi del Cervino verranno messe in campo tutte le professionalità necessarie a raggiungere l’obiettivo. Siamo certi che il progetto che stiamo sostenendo rappresenti qualcosa di unico e di strategico nel suo genere. L’Italia e la Svizzera, la Valle d’Aosta e il Vallese, Breuil-Cervinia e Zermatt potranno beneficiare di importanti ritorni di immagine, sia in ambito economico che sportivo, grazie a queste gare di Coppa del Mondo. Siamo certi che questo progetto abbia tutte le caratteristiche necessarie per essere inserito al più presto nei calendari FIS dei prossimi anni – sottolinea Herbert Tovagliari, Presidente del Consiglio di amministrazione della Cervino SpA.

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore