/ CICLISMO

CICLISMO | 18 ottobre 2020, 19:51

GIR0 D'ITALIA: Geoghegan Hart: vittoria con dedica a Portal. Almeida non molla la Maglia Rosa

GIR0 D'ITALIA: Geoghegan Hart: vittoria con dedica a Portal. Almeida non molla la Maglia Rosa

Tao Geoghegan Hart ha ottenuto la sua prima vittoria WorldTour battendo il duo del Team Sunweb formato da Wilco Kelderman e Jai Hindley sul traguardo di Piancavallo, Montagna Pantani del 103^ Giro d'Italia. Il londinese ha conquistato la quinta vittoria per il Team Ineos Grenadiers, con una dedica commossa nel ricordo del suo direttore sportivo Nicolas Portal. In classifica generale Kelderman è a soli 15 secondi da Joao Almeida (Deceuninck-Quick Step). Il portoghese ha perso contatto dai tre battistrada ai 7 km dal traguardo ma ha lottato riuscendo a conservare la Maglia Rosa per il 13° giorno consecutivo.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Prima vittoria WorldTour per Tao Geoghegan Hart. Da professionista aveva vinto solo la 1^ e 4^ tappa del Tour of the Alps dell’anno scorso.
  • 30^ vittoria di tappa per la Gran Bretagna al Giro d’Italia. La seconda quest’anno dopo il successo di Dowsett a Vieste.
  • 13^ Maglia Rosa per Joao Almeida, le stesse di Simon Yates, che le indossò tutte nell’edizione 2018.
  • Sia il vincitore Geoghegan Hart che il terzo all’arrivo, Jai Hindley sono al primo podio di tappa al Giro d’Italia.
  • RISULTATO DI TAPPA
    1 - Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) - 185 km in 4h58'52", media 37.140 km/h
    2 - Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 2”
    3 - Jai Hindley (Team Sunweb) a 4”

    CLASSIFICA GENERALE
    1 - João Almeida (Deceuninck - Quick-Step)
    2 - Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 15”
    3 - Jai Hindley (Team Sunweb) a 2'56”
    4 - Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) a 2'57"
    5 - Pello Bilbao (Bahrain - McLaren) a 3'10"
    6 - Rafal Majka (Bora - Hansgrohe) a 3'18"
    7 - Vincenzo Nibali (Trek - Segafredo) a 3'29"
    8 - Domenico Pozzovivo (NTT Pro Cycling) a 3'50"
    9 -  Patrick Konrad (Bora - Hansgrohe) a 4'09"
    10 - Fausto Masnada (Deceuninck - Quick-Step) a 4'12"

    MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - João Almeida (Deceuninck - Quick-Step)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti - Arnaud Démare (Groupama - FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giovanni Visconti (Vini Zabu' - Brado - KTM)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - João Almeida (Deceuninck - Quick-Step), indossata da Jai Hindley (Team Sunweb)


DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Tao Geoghegan Hart: “Siamo venuti al Giro con un piano chiaro per aiutare Geraint Thomas, era in forma straordinaria. Non è andata come previsto a causa del suo ritiro nella terza tappa ma siamo riusciti a sfruttare al meglio ogni tappa. Non voglio pensare alla classifica generale. Sicuramente i grandi nomi di questa corsa proveranno qualcosa di spettacolare nell'ultima settimana. Nico Portal è stato importantissimo per tutto il team e soprattutto per me: ogni giorno corriamo per ricordarlo".

La Maglia Rosa João Almeida: “Sono molto contento di aver conservato la Maglia Rosa, per un attimo sull'ultima salita ho pensato che l'avrei persa. Nel complesso è stata una buona giornata: mi sentivo bene ma c'erano corridori più forti di me. Mancano ancora 6 tappe alla fine del Giro, non vedo l'ora di scoprire fino a dove posso arrivare. Non ho mai fatto una corsa così lunga. Intanto cercherò di staccare un po' domani nel giorno di riposo".

La Maglia Azzurra Giovanni Visconti: "Il mio obiettivo è vincere una tappa ma sono molto contento di indossare la Maglia Azzurra. È stato difficile andare in fuga anche perchè Guerreiro mi seguiva come un'ombra. Oggi siamo riusciti a portare fuori una fuga di 12 corridori ma il gruppo non ci ha mai lasciato molto spazio. Ci riproverò di sicuro, voglio vincere una tappa".

LA PROSSIMA TAPPA

TAPPA 16 - UDINE-SAN DANIELE DEL FRIULI - 229km

Tappa molto mossa con una prima parte su e giù per le Prealpi Giulie e il finale in circuito attorno a San Daniele del Friuli. I primi 150 km fino all’ingresso in circuito si svolgono in un continuo su e giù con tre GPM mediamente impegnativi. Il primo, la Madonnina del Domm, è il più lungo e ripido, i successivi (Monte Spig e Monteaperta) presentano punte a due cifre di pendenza, ma sono più brevi. I tratti in montagna sono su strade di media larghezza, mentre quelli in pianura sono rettilinei e ampi. Giunti a Majano si entra nel circuito che si percorre quasi interamente prima del passaggio sull’arrivo. Dopo l’ingresso si affronta il muro del Castello di Susans (circa 1km con pendenze a crescere fino al 16%). Dopo un breve discesa di alcuni chilometri pianeggianti si affronta il Monte di Ragogna (2.8 km al 10.4% medio, 16% max) che verrà scalato altre due volte nei due giri di circuito. Segue una breve e impegnativa di- scesa e l’avvicinamento all’arrivo attraverso strade ondulate.

Ultimi KM
A 3 km dall’arrivo si entra nell’abitato di San Daniele per affrontare alcuni strappi che portano all’ultimo km al muro di via Sottomonte (max 20%) seguito da una brevissima discesa per affrontare il rettilineo finale in asfalto di 200 m al 10% (largh. 6.5 m).

COPERTURA TV
I palinsesti della Tappa 16 del Giro d'Italia sono disponibili a questo link.

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore