/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 21 marzo 2020, 10:49

TOKYO 20202: Fiamma olimpica atterrata in Giappone tra dubbi e possibili rinvii

RESTIAMO A CASA

TOKYO 20202: Fiamma olimpica atterrata in Giappone tra dubbi e possibili rinvii

La Fiamma Olimpica di Tokyo 2020 è atterrata ieri, venerdì 20 marzo, in Giappone ed esattamente nella base aerea militare di  Matsushima, nella prefettura di Miyagi. Il 26 marzo inizierà la staffetta olimpica in territorio giapponese, nessun divieto al pubblico lungo il percorso ma solo la forte raccomandazione di attenersi alle misure di distanza predisposte.

La partenza avrà un alto impatto emotivo dal J-Village di Fukushima che nel 2011 fu utilizzato come base per le squadre di soccorso dopo il terremoto che provocò la morte di 18.000 persone. La Fiamma è giunta dalla Grecia dove il passaggio di consegna è avvenuto, in formato ridotto, molto breve e soprattutto senza pubblico come precauzione per contenere il pericolo di diffusione del coronavirus.

Nel silenzio dello Stadio Panathinaiko di Atene, l’Alta Sacerdotessa Xanthi Georgiu ha affidato la fiaccola al presidente del Comitato Olimpico Greco Spuros Capralos che a sua volta ha consegnato la torcia nelle mani dell’ex nuotatrice giapponese Naoko Imoto, in gara alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e attualmente nello staff dell’Unicef.

E mentre la Fiamma è in attesa della staffetta i dubbi sull’inaugurazione sono sempre più forti. E’ stata infatti ipotizzato che le Olimpiadi 2020 si svolgano nel mese di ottobre o novembre; se non vengono rinviate al 2021.

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore