ULTRATRAIL | domenica 25 agosto 2019 00:21

ULTRATRAIL | 01 luglio 2019, 16:44

Trail: Francesca Canepa torturata dalle vesciche alla Western States Endurance Run

Francesca Canepa

Francesca Canepa

"Non ho parole per descrivere una gara che avrebbe dovuto essere semplicemente meravigliosa". Così sul suo profilo Fb la skyrunner valdostana Francesca Canepa commenta la sua sfortunata prestazione alla Western States Endurance Run, la 100 miglia statunitense tra le più dure al mondo. Francesca è arrivata 17esima al traguardo di un percorso suggestivo ma severo, sui cui l'atleta di Courmayeur ha corso massacrando i propri piedi: vesciche e lesioni che avrebbero costretto molti altri al ritiro.

"Purtroppo era fuori dalla mia immaginazione anche un disastro così -  spiega - non mi è mai successo in vita mia di trovarmi in una condizione del genere, dove il dolore si è presto fatto insostenibile e anche per una soglia alta come la mia è stato troppo. È frustrante oltre ogni misura perché fisicamente stavo bene, e nei momenti in cui la conformazione del terreno mi consentiva di correre forte con un dolore contenuto, ho corso forte e cercato di entrare nelle top 10".

Poi però Canepa ha camminato quasi tutti gli ultimi 20 km in una condizione insostenibile, sedendosi a ogni ristoro e usando ogni residuo di coraggio per rialzarsi e ripartire.

La gara è stata vinta al femminile da Claire Gallagher in 17 ore, 23 minuti e 25 secondi. Francesca ha completato stoicamente la Western in 21 ore, 51 minuti e 15 secondi.

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore