CICLISMO | mercoledì 26 giugno 2019 06:04

CICLISMO | 18 maggio 2019, 12:54

Ciclismo: Il 'Giretto d'Italia' degli alunni della scuola Proment

Ciclismo: Il 'Giretto d'Italia' degli alunni della scuola Proment

Ad ognuno il proprio Giro, e nel caso dei bimbi della Scuola Proment di Courmayeur, si potrebbe anche parlare di "Giretto d'Italia" a misura di cuccioli.
Dopo aver scoperto insieme ai propri insegnanti cosa sia il Giro d'Italia e la grande tappa di montagna che aspetta i campioni, il 25 maggio a Courmayeur, non poteva mancare
l'esperienza diretta che, in queste settimane, vede protagonisti i più piccini del folto gruppo di allievi dell'istituto.
Grazie alla preziosa
collaborazione di Claudio Cheraz, i bambini di 3 anni, "I semini" della Proment, hanno fatto la loro prima esperienza di avvicinamento al ciclismo.
Con gli istruttori del
Velo Club, associazione sempre attenta e sensibile alle proposte dedicate ai piccoli allievi, nella giornata di ieri, giovedì 16 maggio, i bambini sono diventati i protagonisti del loro "Giretto d'Italia" con attività specifiche di avvicinamento alla bicicletta che, meteo permettendo proseguiranno anche nella giornata di giovedì 23, con una passeggiata lungo le vie centrali del paese.
"La nostra è la scuola, non delle discipline, ma dell'esperienza - spiega Massimo Sottile il coordinatore didattico della Scuola Proment - per questo ogni occasione che il territorio offre può essere recuperata didatticamente attraverso il gioco e l'esperienza diretta".
Niente di meglio dell'arrivo a Courmayeur della 14esima tappa del Giro d'Italia per lasciarsi coinvolgere con gli occhi colmi di gioia e meraviglia con cui i più piccoli sanno guardare le cose.
Felici i bambini e le maestre, come dichiara
Fiorina Giuliani insegnante della Proment: "Una ghiotta occasione per mettersi in gioco, e mettersi in gioco, questa  volta grazie al ciclismo, è da sempre uno dei motti della Scuola Proment".

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore