SPORT INVERNALI | lunedì 23 settembre 2019 05:00

SPORT INVERNALI | 10 maggio 2019, 10:20

Sci alpino: Federica Brignone, uno slalom contro la plastica in mare

Federica Brignone

Federica Brignone

“Da bambina sognavo di fare la parrucchiera”. Lo ha svelato Federica Brignone in una intervista pubblicata venerdì dal sito on line del quotidiani ‘La Repubblica’. La campionessa di La Salle in tenera età non pensava che sarebbe entrata nell’élite delle donne che hanno vinto una medaglia olimpica. “Le gare di sci – racconta al quotidiano – le guardavo in televisione ma le vedevo come una cosa lontana dal mio futuro; certe volte immaginavo anche che avrei fatto la cantante ma non pensavo allo sci.”

Eppure era predestinata non solo per questioni per così dire genetiche, è figlia dell'ex sciatrice azzurra Maria Rosa Quario e del maestro di sci Daniele Brignone. “Ho messo gli sci ai piedi per la prima volta a un anno e mezzo, erano di plastica e sciavo sui tappeti di casa o sui piazzali.” ricorda. La campionessa valdostana spezza poi una lancia a favore delle Olimpiadi invernali a Milano e Cortina nel 2026. “Avrò 35 anni allora – fa osservare – e non so se ci sarò.”

Nell’intervista Brignone parla anche delle lunghe attese prima di una gara che si risolve in una manciata di minuti e della sua passione per il mare, purtroppo invaso dalla plastica. "Sono un'appassionata di acqua e - spiega - mi da fastidio vedere la qualità della flora e della fauna marina peggiorare sempre di più". Per questo ha scelto di essere testimonial della campagna, intitolata, ‘Traiettorie Liquide’, che la vede immergersi nel Mediterraneo vestita da sci al motto di "meglio tardi che mai".

a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore