/ AUTO&MOTO

AUTO&MOTO | 26 febbraio 2021, 17:00

Rally: Corrado Peloso torna in gara alla Ronde del Canavese

Corrado Peloso

Corrado Peloso

Un anno lontano dalle corse, “perché è stata una stagione molto complessa a causa delle problematiche legate alla pandemia da COVID-19”, ed è di nuovo ora di tornare in abitacolo per una gara allenamento giusto per togliere un po’ di ruggine da piede e mente e ritrovare gli automatismi giusti.  

Corrado Peloso, 48 anni di Sarre, unico pilota ad aver vinto per due anni il Suzuki Rally Cup e la Coppa R1 del Campionato Italiano Rally Wrc nel 2016 e nel 2018, torna a gareggiare il prossimo fine settimana nel 15° Rally Ronde del Canavese, in programma domenica prossima 28 febbraio a Rivarolo Canavese. Una gara allenamento per ritrovare il giusto feeling con ritmi e tempi di una prova speciale.

  “La scorsa stagione – dice Peloso – ho deciso di non gareggiare. È stata una scelta corale presa insieme alla squadra, la Gliese Engineering. Le problematiche legate alla pandemia da COVID-19 non ci davano sufficienti garanzie per poter imbastire un programma di livello legato ad una presenza costante in un Trofeo inserito in un campionato italiano. Così abbiamo deciso di iniziare a pensare, da subito, al 2021. La scelta di gareggiare a Rivarolo nella Ronde del Canavese è arrivata per ritornare a fare chilometri in prova speciale prima di pensare ad un impegno in un contesto nazionale”.  

Corrado Peloso avrà a disposizione la Suzuki Swift della Gliese in versione R1 semplificata. Niente differenziale autobloccante e cambio sequenziale. “L’obiettivo – dice – non è fare i tempi ma allenamento. E, poi, c’è un elemento affettivo che mi lega alla Swift. Nel primo anno che ci ho corso era priva sia dell’autobloccante, sia del sequenziale e, siccome, sarà la mia ultima gara con la Swift per dare l’addio a questa vettura, che mi ha regalato tante soddisfazioni, preferisco gustarmela in configurazione originale senza le evoluzioni concesse dai regolamenti. Ai fini dell’allenamento, inoltre, permette di affinare di più la sensibilità di guida e di ritrovare prima i giusti automatismi”.  

Peloso sarà navigato dal valdostano André Perrin, 26 anni di Torgnon, abituale navigatore di Marcel Porliod con il quale gareggerà nel Campionato Italiano. “Sono contento – spiega Peloso – di poter correre con un navigatore valdostano. I miei abituali coequipier li ritroverò più avanti in stagione”.  

New Turbomark Rally Team è la scuderia con la quale il pilota valdostano debutterà nel 2021. Team di alto profilo, ha seguito nel 2020 le gesta di Luca Bottarelli nel Campionato Italiano. “È una collaborazione nata la scorsa settimana e della quale sono molto felice. Si tratta di un inizio che potrebbe concretizzarsi in un programma continuativo durante il resto della stagione”.  

Stagione che è in fase di definizione. “Ci sto lavorando sodo e manca ancora qualche tassello perché il mio programma 2021 possa prendere forma. Le motivazioni e la determinazione sono ancora più forti che nel 2018. Non vedo l’ora di rimettere casco e tuta, di allacciare le cinture di sicurezza e di rituffarmi in prova speciale. L’adrenalina delle corse mi manca; adoro il confronto tra piloti a parità di vettura che solo in un monomarca è possibile. Dove? Il progetto punta ad un campionato nazionale da definire tra Campionato Italiano Rally, Campionato Italiano Rally Wrc e Irc e, in base alla scelta, definiremo anche vettura e Trofeo nel quale gareggeremo. Mi piacciono gli stimoli forti e le sfide. Quest’anno potrebbe essere appagante e intrigante mettermi alla prova con qualcosa di nuovo, sia a livello di auto che di campionato”.

info us Corrado Peloso

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore