/ PARALIMPICO

PARALIMPICO | 08 novembre 2023, 20:51

WHEELCHAIR CURLING Mondiali Gruppo B: un k.o. e una vittoria per l'Italia nella quarta giornata

A Lohja gli azzurri di coach Maino si arrendono in mattinata 6-4 alla Finlandia ma vincono poi 10-8 in rimonta contro la Danimarca viaggiando così al terzo posto in classifica quando mancano due soli incontri alla fine della fase di round robin. Domani le sfide decisive contro Inghilterra e Giappone

WHEELCHAIR CURLING Mondiali Gruppo B: un k.o. e una vittoria per l'Italia nella quarta giornata

Prosegue la lotta serrata dell'Italia ai Mondiali Gruppo B di wheelchair curling.

Nella quarta giornata della rassegna iridata in corso di svolgimento sul ghiaccio di Lohja, la Nazionale tricolore guidata da coach Roberto Maino prima incappa in una sconfitta per 6-4 contro i padroni di casa della Finlandia, poi si riscatta con un bel successo per 10-8 ai danni della Danimarca.

Terza posizione provvisoria in classifica per gli azzurri che restano dunque in piena corsa per la qualificazione ai playoff nella manifestazione che mette in palio tre posti per i Mondiali Gruppo A in programma il prossimo marzo in Corea del Sud.

In mattinata - sul ghiaccio con Angela Menardi (C.C. Dolomiti), Fabrizio Bich (Disval), Egidio Marchese (Disval) e Matteo Ronzani (C.C. Claut) - l'Italia, subito sotto 3-0 al primo end contro la Finlandia, non è riuscita a reagire prontamente marcando un solo punto nella seconda ripresa. Da lì gli avversari hanno prima ristabilito le distanze nel terzo per poi rubare due mani di fila a cavallo dell'intervallo. A nulla è valsa pertanto la risposta tricolore con due punti nel sesto e una mano rubata nel settimo con il risultato finale fissato sul 6-4 per la Finlandia.

Un grande colpo di coda ha invece permesso agli azzurri di avere la meglio sulla Danimarca nel secondo incontro di giornata. In pista con Orietta Bertò (Albatros Trento), Fabrizio Bich (Disval), Egidio Marchese (Disval) e Matteo Ronzani (C.C. Claut), la squadra tricolore si è trovata in svantaggio 4-0 dopo due end ma ha piazzato alla terza ripresa tre marcature che hanno mantenuto in equilibrio la gara. Altri tre punti danesi tra quarto e quinto end hanno scavato il solco sin sul 7-3. La grande reazione d'orgoglio italiana ha però prodotto, nel momento più difficile, la bellezza di tre punti nel sesto e - dopo una sola marcatura avversaria nella settima ripresa - addirittura quattro nell'ultima e decisiva mano.

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore