/ ATLETICA

ATLETICA | 04 settembre 2022, 19:48

Atletica: Axelle Vicari ancora sul podio

A Castelfranco Veneto nei tricolori dei 10km nonostante una caduta

Atletica: Axelle Vicari ancora sul podio

Axelle Vicari, ancora a podio in questa stagione che ha del clamoroso, scontando anche un infortunio nei minuti appena precedenti al via, con una caduta che l’ha inevitabilmente penalizzata. Sabato 3 settembre, impegnata nei nazionali dei 10km su strada, il talento valdostano ha stretto i denti e non ha fallito l’appuntamento con il podio centrando una prestigiosa medaglia di argento, nella classifica riservata alla categoria Juniores

La 19enne di Valsavarenche, quest’anno in prestito dalla S.Orso alla Sisport Torino, ancora di più è stata capace di brillare evidenziando la sua impressionante capacità ad adattarsi su ogni terreno, sopportando le avversità che il destino le ha presentato. Viene dalla corsa in montagna dove in maniera naturale primeggia, ma spazia con eguale efficacia sia su pista che su strada. Sabato sera, a Castelfranco Veneto, nei tricolori dei 10km su strada, l’allieva del tecnico Alfonso Violino si presentava in grande condizione, ma una superficialità ne ha compromesso certamente la prestazione.

E’ la campionessa, con onestà, a raccontarcelo: “Stavo veramente bene ma durante la fase di riscaldamento ho pagato cara una disattenzione, inciampando su di una transenna, cadendo rovinosamente. Mancava 10minuti alla partenza e, tumefatta in ogni dove, ho anche pensato di non partire. Poi ho stretto i denti, considerando che avendo fatto tanti chilometri per partecipare, valeva la pena provarci comunque”.

Un incidente e un’esperienza di cui farà tesoro la valdostana: “Non posso proprio dire che sono contenta di questo piazzamento. Volevo fare bene – ci dice – e la seconda posizione a soli 4 secondi dalla vincitrice dimostra che la medaglia d’oro poteva essere mia”. Axelle Vicari, comunque al via, ha stretto i denti, concludendo comunque la sua prova centrando un argento che, stante la situazione, risulta ancora più prezioso. “Non posso accusare nessuno per l’incidente, se non la mia distrazione. – conclude – Ora sono decisamente ammaccata, un po’ arrabbiata con me stessa e delusa; ma sono certa che anche questa defaillance rientra nel bagaglio di esperienze di un’atleta e ne farò tesoro”.

10 chilometri chiusi dalla portacolori della Sisport Torino in 35’23”, a 4 secondi da Greta Settino (35’19”), la toscana dell’Atl Empoli che, con un pizzico di fortuna, è stata certamente avvantaggiata conquistando il titolo nazionale, pareggiando così il risultato dei tricolori su pista di Rieti di metà luglio quando nella gara dei 5000 metri Axelle l’aveva sopravanzata per 59 centesimi di secondo conquistando a sorpresa il successo brillando sul rettilineo finale.

Questo sabato, in terra veneta la sfida per la vittoria è stata ancora tra queste due protagoniste, ma il risultato finale è finito per essere a piazzamenti invertiti, una differenza che certamente non sminuisce la prestazione della valdostana che si conferma una delle grande attese del mezzofondo prolungato italiano. Restando in campo femminile, prevedibile l’abbandono per l’altra valdostana, la 20enne di Gignod in forza al Cus Pro Patria Milano Silvia Gradizzi che, convocata per i Campionati del Mediterraneo under 23 della prossima settimana, ha gestito l’appuntamento essenzialmente per una rifinitura, ritirandosi al sesto chilometro, in attesa dell’impegno di sabato prossimo a Pescara nella prova dei 3000 siepi.

Nella gara assoluta maschile la Valle d’Aosta ha schierato tre effettivi, il migliore dei quali è stato Lorenzo Brunier (GP Parco Alpi Apuane) che ha concluso la sua gara in 30’01” al 21esimo posto assoluto. 38esimo, con una gara generosa, Omar Bouamer (GP Parco Alpi Apuane) che ha concluso in 30’39”, mentre il 48enne Gabriele Beltrami (APD Pont St Martin) non ha avuto paura di mettersi alla prova con i migliori, chiudendo in 33’04”, riscontro che lo ha inserito al 137esimo posto finale.

red./Fidal VdA

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore