/ ULTRATRAIL

ULTRATRAIL | 23 luglio 2022, 20:07

Il bel tempo ha baciato l’entusiasmante giornata di La Thuile Trail VI edizione

Domani è atteso lo sfidante e muscolare Vertical con partenza alle ore 10:00 in zona Le Petit Skieur.

Il bel tempo ha baciato l’entusiasmante giornata di La Thuile Trail VI edizione

Un grande successo di partecipazione. 111 concorrenti partiti su 120 iscritti all’Ultra Trail di 60 km 3500D+, gara nella quale hanno trionfato Mathieu Blanchard e Marta Poretti. 288 atleti in gara per la 25 km 1500 D+ nella quale hanno vinto Erik Brunod e Maria Christen.

Domani è atteso lo sfidante e muscolare Vertical con partenza alle ore 10:00 in zona Le Petit Skieur. La giornata comincia presto con la prova di endurance, l’Ultra Trail da 60 Km. Al via alle ore sei, dal centro del paese.

Dopo aver percorso la prima parte del tracciato, la stessa della 25 Km, ed essere passati dal traguardo della prova più corta, i trail runners hanno continuato la corsa attraverso il vallone di Youla diretti al Colle di Berrio Blanc e successivamente alla quota massima dell’itinerario, i 2.800 metri del Mont Fortin, per puntare in direzione di Col des Chavannes, percorrere tutto l’omonimo vallone costeggiando il torrente, risalire verso l’imbocco del Vallone di Orgères, e poi scendere all’arrivo in paese. Nella 60 Km categoria maschile, i primi 3 classificati hanno letteralmente volato, dandosi battaglia fin dai primi metri di gara! Il primo posto è andato al francese Mathieu Blanchard (Team Salomon) con lo straordinario tempo di 06:26:23, sul secondo gradino del podio è salito Davide Cheraz (Atleta Hey Team SSD e inserito nel Team Salomon) vicinissimo al vincitore, con il tempo di 06:30:06, mentre il terzo posto l’ha guadagnato Riccardo Borgialli (Sport project VCO/ Team Salomon) con 06:50:53.

I commenti a caldo di Mathieu Blanchard “Sono molto felice di questo risultato che arriva dopo un periodo in cui per motivi di salute non ho potuto allenarmi come avrei voluto. È stata una gara bellissima e molto combattuta. I tracciati sono tecnici e impegnativi. Mi sono davvero divertito.”

Soddisfatto il valdostano Davide Cheraz - azzurro nei mondiali di Portogallo nel 2019 e di Chang Mai nel 2021, autore dell’impresa 4x4000 con Pietro Picco - “Conosco bene La Thuile e i suoi sentieri di alta montagna che frequento anche d’inverno. Questa gara di endurance è stata davvero stupenda e per me ha sempre un significato speciale potervi partecipare perché organizzata in onore di un caro amico, Edo Camardella.” Si conferma ancora una volta sul podio Riccardo Borgialli, che ha chiuso in terza posizione dopo aver vinto la prima edizione della 60 nel 2019 e centrato il secondo posto lo scorso anno.

Tra le donne, sulla lunga distanza, al primo posto Marta Poretti (Tornado) con il tempo di 08:45:03, al secondo posto la svizzera Sophie Andrey (Team Scott Svizzera) con il tempo di 08:49:15, al terzo Marta Tresoldi (Runcard) con 09:05:58.

Alle 8:30, invece, ai nastri di partenza i concorrenti del Trail da 25 Km. Dal centro del paese si sono diretti verso il Buic per poi salire in zona rifugio Deffeyes tramite la Balconata, arrivare in prossimità delle pendici del ghiacciaio del Rutor, proseguire verso i laghi di Bellacomba e della Tchuielletta, ridiscendere verso il paese passando tra i boschi che d’inverno sono parte del comprensorio sciistico Espace San Bernardo.

La classifica maschile di questa gara ha visto al primo posto il giovane diciassettenne Erik Brunod con un tempo di 2:45:36, al secondo posto Dominique Sitta con il tempo di 02:46:18, mentre terzi classificati ex  press release  aequo Gabriele Nicola (GS Ermenegildo Zegna) e Paolo Fiacchi (ASD Zena Runners) con il tempo di 2:51:37. Le donne che hanno guadagnato il podio della 25 Km sono Maria Christen (SC Gotthard Andermatt) al primo posto con 02:54:08, Elena Platini (Luciani Sport Team) in seconda posizione con 03:18:33 e Emilie Collomb terza con 03:21:46.

Al termine delle gare per tutti il pasta party e le premiazioni con l’estrazione dei premi. Il premio speciale Edoardo Camardella, un orologio in legno scolpito artigianalmente da Le Petit Atelier, è stato assegnato a Jacopo Rigollet che ha guadagnato l’ottavo posto nel Trail da 25 km. Dalle 18:00 concorrenti e accompagnatori sono stati invitati all’after party con la musica di Philippe Milleret e la sua band, presso Le Petit Skieur, zona dalla quale domani partirà il Vertical. Grande soddisfazione per gli organizzatori di LA THUILE TRAIL per questa prima giornata di gare nella quale, da parte di tutti gli atleti, hanno ricevuto pareri più che positivi.

“Abbiamo accolto il 20% in più di atleti partecipanti rispetto all’edizione del 2021, a dispetto dei trend che quest’anno hanno visto calare il numero di iscritti a questo genere di gare. Siamo molto orgogliosi e soddisfatti di continuare a crescere, ed è un piacere aver riscontrato anche il grande interesse da parte degli sponsor che anno dopo anno stanno aumentando.” - afferma Gianluca De Cristofaro, uno dei responsabili del Comitato Organizzatore “Ora aspettiamo la prova di domani, la sfidante e muscolosa Vertical che si annuncia molto combattuta, poi inizieremo a pensare all’edizione del 2023 per la quale abbiamo già definito le date: 22 e 23 luglio.”

Giulia Toselli del Comitato Organizzatore, dal palco ha ricordato che per ogni iscritto alle gare, gli organizzatori di La Thuile Trail hanno devoluto 1 euro per la raccolta fondi per la realizzazione e il trasporto del Bivacco Edoardo Camardella in quota a oltre 3.300 metri al Colle del Rutor, sottolineando anche la possibilità di effettuare le donazioni su https://www.gofundme.com/f/bivacco-edoardo-camardella.

Inoltre ha ringraziato gli sponsor FLOKY SOCKS, ALTRA RUNNING, EHTIC SPORT, NATURAL BOOM, ICAM, CARTER & BENSON, CHALET EDEN, LE PETIT SKIEUR, FARMACIA BERTHET LA THUILE, HALO COMUNICAZIONE, oltre al COMUNE DI LA THUILE e gli oltre 80 volontari e i fotografi. LA THUILE TRAIL, organizzato da HEY TEAM S.S.D. a r. l., pensa anche alla sostenibilità e al Pianeta aderendo alla campagna "Io non getto i miei rifiuti"; promossa da Spirito Trail per tutelare l'ambiente e la natura.   

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore