/ ATLETICA

ATLETICA | 31 maggio 2021, 12:00

Atletica: Una leonessa rossonera nella 4x400 azzurra nel campionato europeo a squadre

Grandissima prestazione per Eleonora Marchiando che negli Europei a squadre che si è tenuto in questo weekend in terra polacca ha garantito una prestazione di spessore, contribuendo in maniera fattiva al terzo posto della staffetta azzurra femminile 4x400

Il cambio Mangione Marchiando (foto Colombo Fidal)

Il cambio Mangione Marchiando (foto Colombo Fidal)

Nell’ultima prova di corsa della due giorni nella regione della Slesia, la valdostana, per quanto alla sola terza presenza nella nazionale maggiore, si è comportata da atleta di grande esperienza. Inserita in seconda frazione, quella per certi versi più complicata, in quanto prevede all’uscita della prima curva corsa in corsia il rientro alla corda, la 23enne aostana con carattere ha ricevuto il testimone da Alice Mangione (prima frazione corsa in 52”75) in quarta posizione ed ha lottato come una leonessa recuperando alle prime, polacche e inglesi, arrivando a loro ridosso oltre a conquistare una fondamentale posizione.

L’aostana della Calvesi, miglior tempo del team Italia con 51”68, ha così passato il testimone in terza posizione a Petra Nardelli (52”06), mentre a chiudere è stata Raphaela Lukudo (52”56). 3’29”05 il tempo delle azzurre che ha garantito una terza posizione preziosa. Un crono, 3’29”05, ottenuto dal quartetto azzurro che rappresenta la migliore prestazione nazionale dell’anno, meglio del 3’30”04 ottenuto a inizio mese sulla stessa pista di Chorzow nella prima giornata dei mondiali di staffetta. A vincere è stata la Polonia in 3’26”37 (Malgorzata Holub-Kowalik, Kornelia Lesiewicz, Justyna Swiety-Ersetic, Natalia Kaczmarek), seconda la Gran Bretagna in 3’27”16 (Ama Pipi, Hannah Williams, Yasmin Liverpool, Lina Nielsen).

(Marchiando Mangione Nardelli Lukudo - Foto Colombo Fidal)

Un contributo importante quello della staffetta del miglio che ha garantito punti preziosi alla formazione azzurra, che sono risultati funzionali alla squadra italiana per ottenere un risultato storico, per la prima volta nella storia della Coppa Europa per nazioni a podio nella classifica finale, con una seconda posizione a soli 2,5 punti dai vincitori della Polonia.

Questa la classifica finale della Coppa Europa per nazioni: Polonia 181,50, Italia 179, Gran Bretagna 174, Germania 171, Spagna 167, Francia 140, Portogallo 97,50. Quello ottenuto dalla valdostana è un altro grande passaggio nella strepitosa stagione di Eleonora Marchiando che conferma di valere la nazionale maggiore e meritarsi quel clamoroso posto nella squadra azzurra che tra poche settimane sarà a Tokyo per i Giochi olimpici; un’esperienza un anno fa impensabile.

Ora l’allieva di Eddy Ottoz ha preso consapevolezza e dimensione internazionale e si merita appieno di vivere l’esperienza sotto i cinque cerchi.

fuas/miz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore