CALCIO | domenica 21 luglio 2019 19:04

CALCIO | 09 luglio 2019, 15:50

Calcio: Peppe Luberto si gioca il futuro con l’Aosta 511

Dopo 4 anni trascorsi a Saint Christophe per Luberto si è chiuso un ciclo ed in punta di piedi, dopo avere ringraziato per le opportunità offertegli, il presidente Bruno Cerise, scrive la paraola fine ad un ciclo. ‘E’ ora di cambiamenti’

Peppe Luberto con le sue speranze

Peppe Luberto con le sue speranze

Giuseppe Luberto  ha scelto di abbracciare il progetto sportivo dell’Aosta 511. Quali motivazione l’hanno spinta alla nuova esperienza?

“La decisione di abbracciare il progetto calcistico dell’Aosta 511 è stata mia perché vado in una Società forte che ormai è da anni nel calcio valdostano, in questa società i ragazzi hanno la possibilità di intraprendere la doppia attività il Calcio ed il Calcio a 5”.

Infatti in entrambe le discipline c’è una prima squadra e quindi i ragazzi hanno maggiori possibilità di emergere. Cosa si aspetta da questa esperienza?

“Sicuramente rappresenta per me un’opportunità di crescita professionale e mi consente di proseguire a buoni livelli la mia formazione di allenatore”.

Peppe Luberto, infatti, ha il patentino Uefa B quindi iscritto all’Albo degli allenatori professionisti. Non le basta?

“Come tutte le professioni anche in quella dell’allenatore la formazione continua è fondamentale perché ho una formazione di base anche sul Calcio a 5 ma voglio, a breve, seguire il corso di Formazione da Istruttore di Calcio a 5 della federazione Italiana Gioco Calcio”.

Dunque un percorso sopratutto per il settore giovanile scolastico che a livello tecnico è fondamentale per la crescita e l’adattamento dei piccoli calciatori. In concreto quale sarà la sua missione?

“Mi occuperò della squadra Giovanissimi 2005/2006 e della squadra Esordienti 2007/2008; con il Responsabile del Settore Giovanile, Crestani, seguirò l attività di Base”.

Con quale obiettivo?

“Far crescere le due discipline per dare ai ragazzi la possibilità di non perdersi nel loro percorso da atleti ma far sì che si appassionino e che giochino al Calcio il più possibile”.

Lunga vita al lupo

piero minuzzo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore