/ SPORT GHIACCIO

SPORT GHIACCIO | 30 ottobre 2021, 14:36

SHORT TRACK: Italia da favola nella CdM in Giappone; tre medaglie e staffette in Finale A

Nella terza giornata di Nagoya Arianna Fontana sale due volte sul podio con la vittoria nei 500 metri e il secondo posto sui 1500. Successo anche per Confortola, primo nei 1500 metri. Entrambi i quartetti tricolori qualificati per l'ultimo atto

Arianna Fontana, 31 anni, prima sul podio dei 500 metri di Nagoya

Arianna Fontana, 31 anni, prima sul podio dei 500 metri di Nagoya

Sabato fantastico per la Nazionale italiana di short track a Nagoya. Nella terza giornata della seconda tappa di Coppa del Mondo gli azzurri si superano e portano a casa tre splendide medaglie oltre ad ottenere la qualificazione in Finale A con entrambe le staffette.

C'è gloria fin dall'inizio sui 1500 metri: prima Arianna Fontana (IceLab) si prende uno splendido 2° posto sulla distanza dietro soltanto all'olandese Schulting, poi tra gli uomini arriva lo squillo di Yuri Confortola (Esercito), addirittura primo davanti a tutti. La Freccia Bionda, dopo il podio della scorsa settimana sui 500 metri, ne ottiene un altro raggiungendo quota 38 in carriera che la rendono l'atleta di short track azzurra con più podi individuali in Coppa del Mondo davanti a Fabio Carta (numero poi da aggiornare nel corso della giornata di gare).

 

 

Yuri Confortola, 35 anni, primo sul podio dei 1500 di Nagoya

 

Confortola è invece autore di un'altra impresa straordinaria: a 35 anni il valtellinese vince in solitaria una gara di Coppa del Mondo dopo che in carriera aveva conquistato quattro podi ma senza successi. La vittoria individuale italiana al maschile mancava dal febbraio 2007, quando in Olanda Nicola Rodigari trionfò sui 1000 metri.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore