/ CALCIO

CALCIO | 29 marzo 2021, 16:15

Calcio: Dilettanti, niente abbracci e riunioni tecniche in spogliatoio

Calcio: Dilettanti, niente abbracci e riunioni tecniche in spogliatoio

Rigorose le norme del Protocollo Figc per la ripresa delle competizioni nazionali del calcio dilettantistico e giovanile anche per i Campionati di Eccellenza maschile e femminile di calcio a 11 e di Serie C/C1 maschile e femminile di Calcio a 5 che ripartiranno a metà aprile.

L’indirizzo strategico, nell’ottica della limitazione del contagio nell’ambito del calcio dilettantistico e giovanile, resta quello della massima precauzione. Vale a dire, l’osservanza da parte di tutti di rigide prescrizioni volte ad evitare, in modo assoluto, ogni contatto stretto con persone potenzialmente infette, tramite il costante distanziamento interpersonale, l’uso obbligatorio della mascherina in ogni occasione, sia al chiuso sia all’aperto (al di fuori dell’attività agonistica sul campo), l’igiene accurata delle mani con il lavaggio frequente e l’uso alternativo di disinfettanti in soluzione idroalcolica (gel).

Di seguito quelli che sono indicati come cardini della prevenzione del contagio nel gruppo squadra:

▪ il distanziamento obbligatorio di almeno due metri nel corso di riunioni all’aperto e la limitazione delle riunioni al chiuso anche di tipo tecnico, evitando l’uso degli spogliatoi o favorendone, ove consentito, l’uso in modo da evitare ogni assembramento o contatto stretto;

il divieto di abbracci, e altri comportamenti a rischio (quali cantare, gridare, e avvicinarsi faccia a faccia tra calciatori/tecnici/dirigenti in occasione di gare e allenamenti;

▪ il divieto di attività sociali che comportino la presenza contemporanea di più componenti il gruppo squadra;

▪ l’utilizzo privilegiato dei mezzi di locomozione individuali;

▪ interdizione di ogni attività sociale al di fuori del gruppo squadra effettuata senza rispetto delle precauzioni generali suddette (lavoro, scuola, familiari non conviventi, conoscenti ecc.), che rappresenti un concreto pericolo di contagio da parte dei singoli componenti il gruppo squadra (ad esempio, cene tra atleti o con amici, feste, conferenze, riunioni di qualsiasi tipo, etc.).

I temi più importanti dal punto di vista applicativo, come abbiamo già analizzato (vedi articolo) sono però:

▪ Utilizzo di screening/controllo tramite test per l’individuazione del virus SARS-CoV-2

▪ Gestione dei casi di accertata positività

▪ Isolamento e Quarantena

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore