SPORT GHIACCIO | mercoledì 26 giugno 2019 06:05

SPORT GHIACCIO | 06 maggio 2019, 05:00

Hockey ghiaccio: Spettacolare torneo internazionale di fine stagione al palaghiaccio

Hockey ghiaccio: Spettacolare torneo internazionale di fine stagione al palaghiaccio

Un torneo internazionale con l'avvincente formula “3 vs. 3”, che privilegia velocità e spettacolo, ha fatto oggi, domenica 5 maggio, alla patinoire di Aosta, da “ultimo atto” della stagione 2018/2019 dell'HC Aosta Gladiators. Alla competizione hanno preso parte, in tutto, venti formazioni, suddivise nelle categorie Under 13, 15, 16 e 18.

 

Oltre ai Gladiators, hanno accettato la sfida Saint-Gervais (Francia), Como, Valpellice e Real Torino. Visto il carattere assolutamente festoso della giornata, ispirato ad un agonismo sano, senza esacerbare i contatti, una formazione di “Amatori”, composta da “vecchie glorie” del ghiaccio valdostano, ha gareggiato nella U18. Presente anche, in questa stessa categoria, un'altra squadra Gladiators, composta da protagonisti della stagione di IHL division 1.

 

Per la cronaca sportiva, anche se i carburanti della giornata sono stati l'allegria e la voglia di stare sul ghiaccio, i Gladiators hanno concluso: in prima (squadra “nera”) e quarta (squadra “bianca”) posizione in U13; in seconda (squadra “nera”) e quarta (squadra “bianca”) in U15; in terza (squadra “bianca”) e quinta (squadra “nera”) in U16; in terza (squadra “bianca”) e quinta (squadra “rossa”) in U18. A chiudere al primo posto in U15, U16 e U18 sono stati i francesi del Saint-Gervais.

 

Cala così il sipario su un'annata dal segno positivo per il sodalizio presieduto da Luca Giovinazzo. Per quanto riguarda le attività federali, cioè i campionati, le U13, U15 e U17 hanno raggiunto tutte i play-off nazionali, riaffermando così la presenza valdostana tra le squadre italiane di vertice. L'IHL division 1 si è fermata al girone nord-ovest, tenendo comunque fede ad un progetto che era “di transizione”, in attesa degli innesti – in un futuro prossimo – di sempre più giovani del vivaio, mentre U9 e U11 si sono fatti le ossa in raggruppamenti e tri-quadrangolari, regalando diverse soddisfazioni a piccoli Gladiatori ai primi passi sul ghiaccio.

 

Nella seconda parte della stagione, chiusi i campionati, i Gladiators hanno assicurato la loro presenza a tornei di respiro internazionale, con le affermazioni che vi abbiamo raccontato week-end dopo week-end. Senza dimenticare, guardando agli scorsi mesi, la presenza al prestigioso torneo canadese “Pee-wee” e i vari convocati nelle nazionali giovanili, con la presenza valdostana assolutamente incrementata, a partire dalla nomina del presidente della società, Luca Giovinazzo, quale coach degli “azzurri” Under 17.

 

Per ragazzi ed allenatori (alcuni dei quali impegnati anche nell'innovativa esperienza dell'HLab, il progetto di conciliazione tra studio e sport promosso dai Gladiators sul modello del “college” americano) arriverà ora un periodo di riposo, anche se la preparazione di fatto non si fermerà (grazie alle iniziative estive e al programma di allenamenti “a secco”). Stasera, comunque, ci si può fermare per un istante, guardando con compiacimento al percorso compiuto in una stagione in cui l'intensità non è mancata, ma soprattutto si è continuato a contribuire al progetto di far crescere l'hockey valligiano partendo dai giovani.

red. spr. - ch.di.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore