/ CALCIO

CALCIO | 01 luglio 2022, 23:40

Maria Sole Ferrieri Caputi, primo arbitro donna in Serie A: debutterà nella stagione 2022-23

La 31enne livornese dopo avere diretto solamente 23 gare di Serie C. La scorsa stagione era entrata nella storia per avere arbitrato una partita con una squadra di Serie A (Cagliari-Cittadella, sedicesimi di finale di Coppa Italia)

Maria Sole Ferrieri Caputi

Maria Sole Ferrieri Caputi

Maria Sole Ferrieri Caputi è pronta a entrare di nuovo nella storia del calcio italiano. Secondo il Corriere dello Sport, infatti, la 31enne livornese diventerà nel corso della stagione 2022-23 il primo arbitro donna a dirigere una partita di Serie A. L'Aia dovrebbe ufficializzare la sua promozione nella giornata di domani (venerdì, ndr). Un salto di categoria piuttosto brusco, in considerazione del fatto che finora Ferrieri Caputi ha diretto solo 23 gare in Serie C.

Nella passata stagione, tuttavia, aveva già stabilito un primato: era diventata il primo direttore di gara donna ad avere arbitrato una partita con una squadra di Serie A (Cagliari-Cittadellalla, valida per i sedicesimi di finale di Coppa Italia). Laureata in sociologia ed esperta in diritto del lavoro, Ferrieri Caputi nutre fin da giovanissima una passione per il calcio: basti pensare che si era iscritta al corso per arbitri a Livorno quando aveva solamente 16 anni. Durante quel Cagliari-Cittadella aveva annullato ben 3 gol (uno dei quali dopo check al VAR).

Si è svolta a Coverciano la conferenza stampa dell’Associazione Italiana Arbitri, che ha presentato la Formazione dei Ruoli Arbitrali Nazionali per la Stagione Sportiva 2022/2023. Un momento molto atteso, in cui vengono analizzate le risultanze dei Campionati da poco conclusi e ufficializzati gli organici delle varie Commissioni Nazionali.

Questa è una delle giornate più importanti dell’anno, in cui vengono annunciati i passaggi nelle varie Commissioni Nazionali – ha esordito il Presidente dell’AIA Alfredo TrentalangePer molti ragazzi, con le promozioni ottenute per il merito dimostrato sul terreno di giuoco, è infatti il coronamento di un sogno iniziato tanti anni fa. Voglio però rivolgere un pensiero anche a chi è giunto al termine del proprio percorso nazionale, ringraziandolo per quanto hanno dato a questa attività. Domani, dopo la riunione del Comitato Nazionale, comunicheremo i nomi dei designatori della prossima Stagione Sportiva e di chi comporrà le Commissioni Nazionali. Figure che sono fondamentali per la formazione e la selezione di arbitri, assistenti e osservatori. Quella che si apre sarà una Stagione complessa e anche anomala per la sosta per il Campionato Mondiale. World Cup che, tra l’altro, vedrà la scuola arbitrale italiana rappresentata dall’arbitro Daniele Orsato, dagli assistenti arbitrali Ciro Carbone e Alessandro Giallatini, e dai VMO Massimiliano Irrati e Paolo Valeri”.

La conferenza di inizio Stagione è uno dei momenti più attesi dell’anno, con la composizione dei nuovi organici nazionali scaturiti dai vari passaggi di categoria. “Risultati che sono frutto di scelte difficili, ma assunte con massima trasparenza e autonomia tecnica – ha detto il Responsabile della CAN Gianluca Rocchi - Le società calcistiche vogliono arbitri bravi, a prescindere la loro genere o dal territorio di provenienza, il nostro compito è quello di fornire un servizio di qualità. Nel gruppo della CAN, che merita un grande plauso, ci sono talenti veramente interessanti. I giovani hanno bisogno di andare in campo più possibile, perché è così che l’arbitro migliora”.

Grande attenzione da parte dei giornalisti, presenti nell’Aula Magna del Centro Tecnico Federale, è stata data al passaggio alla CAN di Maria Sole Ferrieri Caputi, primo arbitro nella storia a raggiungere la massima categoria nazionale, e dell’assistente Tiziana Trasciatti. “La giornata di oggi rappresenta un sogno – ha commentato Katia Senesi, Componente del Comitato Nazionale, che ha seguito il percorso del movimento arbitrale femminile – Tutti infatti sognano la Serie A e oggi, con il primo arbitro donna alla CAN, ci siamo arrivati. Maria Sole Ferrieri Caputi e Tiziana Trasciatti, che si va ad aggiungere come assistente della CAN a Francesca Di Monte, sono però solo la punta di un iceberg, perché dietro c’è un gruppo di ragazze che sta lavorando con grande impegno. In questa AIA si crede nel valore delle persone a prescindere dal loro genere, che ci siano uomini o donne. Le squadre si aspettano un arbitro bravo, non un arbitro uomo o donna. Per questo noi puntiamo sulla qualità, con un lavoro di formazione che coinvolge tutte le associate, alle quali sono state messe a disposizione professionalità e strumenti per poter crescere e migliore”. “Maria Sole Ferrieri Caputi e Tiziana Trasciatti si sono meritate questa promozione – è intervenuto il Responsabile della CAN C Maurizio CiampiNel corso della Stagione Sportiva che si è appena conclusa, si sono infatti dimostrate preparate e determinate, così come tutti gli altri colleghi arbitri e assistenti transitati alla CAN”.

Durante la conferenza stampa il Vicepresidente dell’AIA Duccio Baglioni, ha ricordato e sottolineato l’impegno sul tema della violenza contro gli arbitri. Un aspetto che è al centro di numerose iniziative ad ogni livello. “I nostri giovani arbitri iniziano ad arbitrare a partire dai 14 anni – ha detto Baglioni - Non è possibile che nel 2022 si assista ancora ad episodi di violenza. È una cosa vergognosa sulla quale siamo impegnati su più fronti. Il Presidente Trentalange coordina infatti un apposito tavolo voluto dalla FIGC. Abbiamo poi presentato una proposta di Legge in Parlamento per prevedere sanzioni più forti per chi si rende responsabile di episodi di violenza nei confronti di arbitri ed osservatori”.

Di violenza, così come del progetto del Doppio Tesseramento, ha parlato anche il Presidente Trentalange. “I dati dicono che, grazie alla possibilità del Doppio Tesseramento, sono entrati a far parte dell’AIA 447 nuovi associati, di cui 17 ragazze – ha concluso – Lo riteniamo un risultato molto importante. Ricordiamoci sempre che una crescita del movimento arbitrale va a vantaggio di tutto il mondo del calcio”.

Durante la conferenza stampa sono stati annunciati anche i Premi Nazionali per la Stagione Sportiva appena conclusa. Tra le decisioni assunte dal Comitato Nazionale, anche l'inserimento alla memoria, nell'organico degli arbitri della CAN Beach Soccer, di Claudio Deiana della Sezione di Cagliari. A fondo articolo è possibile scaricare un documento, con alcuni dati statistici.

 

 

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore