/ Hockey ghiaccio

Hockey ghiaccio | 09 novembre 2021, 10:00

Hokey ghiaccio: Marta Mazzocchi (Girls Project Aosta) convocata in azzurro

Per nazionale femminile da giovedì la qualificazione olimpica, Danimarca primo ostacolo

Italia-Danimarca durante il Mondiale 2019 (Foto: Laszlo Mudra – HIIHF)

Italia-Danimarca durante il Mondiale 2019 (Foto: Laszlo Mudra – HIIHF)

Un sogno chiamato Pechino 2022. La nazionale femminile di hockey su ghiaccio è a Füssen, in Germania, dove da giovedì a domenica si svolgerà il torneo di qualificazione olimpica. L’esordio delle azzurre, nel girone a 4 che promuoverà una sola squadra ai Giochi invernali, è previsto per giovedì 11 novembre alle ore 20.45 contro la Danimarca. “Non abbiamo nulla da perdere – commenta coach Max Fedrizzi – e dunque, a differenza del torneo di Torre Pellice del mese scorso, affronteremo questo impegno senza alcun tipo di pressione. Dal punto di vista mentale si tratta della situazione migliore”.

Certo, poi ci sarà da fare i conti con le avversarie, tutte un gradino sopra l’Italia, che attualmente occupa il 16esimo posto nel ranking mondiale IIHF contro il 14esimo dell’Austria, l’11esimo della Danimarca e l’ottavo della Germania. Le tedesche, come annunciato dalla loro federazione nelle scorse ore, dovranno però rinunciare alla portiera titolare Jennifer Harss, risultata positiva ad un test Covid-19. “Nonostante questa assenza la Germania resta senza ombra di dubbio la favorita perché è stabilmente in Top Division – prosegue Fedrizzi – ma anche loro stanno affrontando un ricambio generazionale e hanno qualche punto debole. La squadra maggiormente alla nostra portata è l’Austria, però ritengo che anche la Danimarca, nostra prima avversaria a Füssen, non sia poi così lontana. Sicuramente dovremmo giocare un hockey completamente diverso rispetto a Torre Pellice, dove affrontavamo formazioni di livello nettamente inferiore”.

Rispetto alle convocazioni iniziali, lo staff tecnico italiano ha dovuto rinunciare per problemi fisici a Greta Niccolai, sostituita da Lea Mair.

(nella foto Max Fedrizzi (nella foto di  Diego Barbieri/FISG)

Per il torneo di qualificazione olimpica si potranno avere a disposizione due giocatrici in più rispetto al quadrangolare di Torre Pellice, e le posizioni extra saranno occupate da Valentina Ricca ed Elena Perathoner. Nessun’altra rinuncia o variazione di sorta nell’elenco delle 23 azzurre, che ancora una volta sarà un mix tra giocatrici esperte giovanissime in rampa di lancio. L’età media della squadra è di appena 22 anni, e sono ben 13 le ragazze nate dopo il 2000. 

Anche il ruolo della portiera titolare sarà  una questione tra giovanissime, con Elisa Biondi (classe 1999) e Martina Fedel (classe 2002) a giocarsi il posto da starting goalie. Il reparto arretrato, che sarà parecchio sotto pressione nel torneo di Füssen, potrà contare sulla solidità di Valentina Bettarini, Franziska Stocker, Amie Varano e Nadia Mattivi (quest’ultima milita in NCAA con Boston University), mentre in avanti ci si aspetta un ulteriore salto di qualità dalle giovanissime come Anna Caumo (top scorer a Torre Pellice con 4 gol e 2 assist), Aurora Abatangelo e Marta Mazzocchi, oltre al solito fondamentale contributo delle più esperte Chelsea Furlani e Carola Saletta.

La Danimarca, promossa nel 2019 in Top Division, è reduce dal Mondiale dello scorso agosto in Canada, terminato in decima e ultima posizione. Il roster della squadra allenata da Jan Peter Elander può contare su una solida base di giocatrici che militano nel massimo campionato svedese (ben 10, di cui 6 nel Malmö), mentre sono 3 le ragazze che arrivano dalla lega universitaria NCAA.

Italia e Danimarca si sono affrontate l’ultima volta ad aprile 2019 nel Mondiale di Prima Divisione gruppo A di Budapest. In quell’occasione si imposero 6-1 le danesi, con l’unico gol azzurro segnato da Rebecca Roccella. Il torneo di qualificazione olimpica della nazionale proseguirà sabato 13 novembre alle ore 12 contro la Germania per concludersi domenica 14 novembre alle ore 15.30 contro l’Austria. Sognare non costa nulla.

Portiere: Elisa Biondi (Ambri Piotta Girls – SUI), Martina Fedel (Brinkens U18 – SWE), Ilaria Girardi (Lakers Egna).

Difensore: Valentina Bettarini (Eagles Bolzano), Mara Da Rech (Eagles Bolzano), Laura Lobis (Eagles Bolzano), Nadia Mattivi (Boston University – NCAA), Valentina Ricca (Girls Project Aosta), Franziska Stocker (Eagles Bolzano), Amie Varano (Eagles Bolzano).

Attaccanti: Aurora Abatangelo (Lugano Ladies – SUI), Eleonora Bonafini (Eagles Bolzano), Anna Callovini (Eagles Bolzano), Mia Campo Bagatin (Ice Bears Dobbiaco), Anna Caumo (Ice Bears Dobbiaco), Chelsea Furlani (Eagles Bolzano), Samantha Gius (Eagles Bolzano), Sara Kaneppele (Eagles Bolzano), Lea Mair (Eagles Bolzano), Marta Mazzocchi (Girls Project Aosta), Elena Perathoner (Lakers Egna), Rebecca Roccella (Ambri Piotta Girls – SUI), Carola Saletta (Lausanne – SUI).

ascova/fisg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore