/ CALCIO

CALCIO | 28 novembre 2022, 19:15

Calcio: Luigi Mario Crestani, Aosta Calcio 511, premiato per impegno inclusione

Grande successo per il Gran Galà Golden Hearts organizzato dal Comitato Regionale Piemonte Valle d’Aosta della FIGC - LND

Calcio: Luigi Mario Crestani, Aosta Calcio 511, premiato per impegno inclusione

Luigi Mario Crestani, Aosta Calcio 511: allenatore dal 1986, educatore per professione, metteal centro ella sua attività sul campo l'inclusione, privilegiando sempre il benessere psico-fisicodei piccoli atleti. E' la motivazione per la quale l'allevatore valdostano è stato premiato al Gran Galà Golden Hearts.

La serata“Golden Hearts – Campioni nel Cuore”, organizzata dal Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta F.I.G.C. – L.N.D., si è svolta ieri nella splendida cornice della Nuvola Lavazza di Torino. Un evento dedicato al calcio dilettantistico e giovanile, che ricopre un ruolo fondamentale all’interno di piccole e grandi comunità, e che ha visto la consegna di 23 premi: 17 a persone e società la cui storia ha contribuito a veicolare valori pregnanti del calcio dilettantistico, 6 a giovani atleti che si sono distinti per comportamenti di fair play.

Le premiazioni si sono declinate in tre categorie:

Giovani

1.Marco Sgroi, Cambiano: ammette di aver toccato per ultimo la palla, l'arbitro assegna comunque rimessa dal fondo e lui la calcia in corner concedendo l'angolo

2.    Lorenzo Lai, Beiborg: ammette di aver commesso fallo di mani in area e concede così un rigore agli avversari

3.    Alessandro Demaria, Alpignano: ammette di non avere subito fallo e calcia fuori di proposito la punizione assegnata

4.    Andrea Romano, Carignano: ammette di aver commesso fallo di mani, facendo annullare un gol irregolare alla sua squadra

5.    Alessandro Mascarino, Diavoletticalcio Vercelli: interrompe volontariamente un'azione d'attacco per permettere i soccorsi a un giocatore avversario a terra

6.    Vincenzo Marcone, Bulè Bellinzago: evita volontariamente di segnare un gol a porta vuota per permettere i soccorsi a un giocatore avversario a terra

Dirigenti:

1.    Giovanni Caligaris, Bistagno Valle Bormida: anima della società bistagnese, prima come giocatore, poi allenatore e fondatore del Settore giovanile, quindi Presidente dal 2000, sempre dedicandosi alla crescita dei giovani

2.    Luigi Mario Crestani, Aosta Calcio 511: allenatore dal 1986, educatore per professione, mette al centro ella sua attività sul campo l'inclusione, privilegiando sempre il benessere psico-fisico dei piccoli atleti. (Unico valdostano premiato)

3.    Renato Lino Comba, Perosa A.S.D.: dal 1975 figura simbolo del FC Perosa, prima come dirigente quindi come Vicepresidente, addetto al campo, assistente dell'arbitro, mai un richiamo disciplinare

4.    Renzo Zecchi, CBS Scuola Calcio: fondatore della società nel 1988, presidente dal 1995 fino a pochi mesi fa, artefice della crescita di una delle Società torinesi più importanti e rinomate

5.    Luigi Finizio, Chisone Calcio: nonostante una serie di grandi problemi di salute, è sempre presente, anche in stampelle, esempio del "non mollare mai"

6.    Aldo Vittorio Rubatti Gay, Castagnolese: ha creato il progetto "Dai un calcio alla noia" che coinvolge sul campo per progetti ludico-motori i ragazzi delle scuole primarie di Castagnole

7.    Domenico Carvelli, Onnisport Club: all'Onnisport dal 1996, custode, esempio di umiltà e integrità morale, è la figura sempre presente presso l'impianto sportivo, ha visto passare generazioni di ragazzi

8.    Roberto Delfino, Morevilla: presente fin da quando nasce la società Morevilla (e prima ancora nel Moretta), istruttore, dirigente, responsabile Scuola Calcio, una vita dedicata al calcio giovanile

9.    Giuseppe Pellegrino, Soccer Academy P.R. 1964: 84 anni, da 32 anni anima e cuore per il calcio nel paese di Piscina, sempre esempio di valori morali e educativi

10. Bruno Martini, Boves MDG Cuneo: onnipresente presso gli impianti sportivi della società, allenatore con patentino, si occupa di tesseramenti, rapporti con i genitori e con le istituzioni federali

11. Antonio Opezzo, Villanova 2018 J: trascinatore e tuttofare della società, figura conosciuta e apprezzata in tutta la zona, da giocatore e dirigente, è stato più forte di diversi problemi di salute ed è nel calcio da più di 50 anni

12. Emilio Paolo Colli, Asca: correttezza, elevata caratura morale, rispetto per tutti, le caratteristiche del suo operare nel mondo del calcio alessandrino dal 1995 in poi

13. Girolamo Cassara’, Sprint e Sport: Dalla metà degli anni 90, è il fotografo del giornale Sprint e Sport. Figura riconosciuta e apprezzata da tutti come persona e professionista

14. Sanam Shirvani Ilkhanlar, Associata A.I.A. di origine iraniana: arbitra in terza categoria, esempio contro tutti i pregiudizi donne-arbitri-calcio e messaggio di inclusione e solidarietà alle donne in Iran.<s>
</s>

Ultima categoria quella delle Società, con tre nomi sugli scudi. La prima società si è distinta per un gesto di generosità: si tratta dell’A.S.D. Moncalvo Calcio, che ha effettuato donazioni natalizie alla Fondazione per la ricerca contro la Fibrosi Cistica e ha devoluto parte dell’incasso di alcune partite a favore di famiglie profughe dall’Ucraina. Le altre due società sono state premiate per i progetti di inclusione sociale che stanno portando avanti: l’A.S.D. Sermig che, con il suo “Arsenale della Pace", partecipa da anni all'attività FIGC calcio a 5 e si impegna costantemente nell’inclusione di giovani stranieri, impiegando quasi solamente questi ultimi nelle giovanili; e l’A.S.D. Sport Italy, che si batte per l’inclusione sportiva dei ragazzi diversamente abili dai 6 ai 17 anni, utilizzando propri tecnici qualificati sia in palestra che sul campo a 11.

Un bellissimo evento di inclusività e fair play organizzato dal Comitato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta, ancora una volta pioniere di un’iniziativa che potrà diventare un appuntamento fisso non solo in casa, ma anche in tutto il movimento dilettantistico giovanile italiano.

 

red.pi.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore