/ ARRAMPICATA

ARRAMPICATA | 31 maggio 2021, 10:00

Arrampicata: I campioni valdostani specialità speed

Silvia Cazzanelli e Ivan Vuillermoz sono i vincitori valdostani del campionato valdostano della specialità Speed di arrampicata sportiva, disputata al CAT, il Centro Arrampicata di Torino, appuntamento anche valido quale prova di Macro regione, Piemonte e Valle d’Aosta

Da sn: Ivan Vuillermoz, Antonio Charrere, Cristiana Martinetto (Delegato Fasi), Silvia Cazzanelli, Nicolas Charbonnier, Michael Fassino

Da sn: Ivan Vuillermoz, Antonio Charrere, Cristiana Martinetto (Delegato Fasi), Silvia Cazzanelli, Nicolas Charbonnier, Michael Fassino

In campo femminile, unica rappresentante valdostana, si è presentata la 18enne di Valtournenche dell’Oasi Vertical Silvia Cazzanelli che ha gareggiato con le under 20 piemontesi, portando a termine la prima Lane (salita) nel tempo di 22”72.

Quattro invece i valdostani iscritti in campo maschile. Prima della sfida per il titolo valdostano, spazio alle due salite valide per il circuito Macro regione, valide quale qualificazione. Tra gli under 16, Michael Fassino (Climbing House) ha concluso due valide salite, la prima in 14”41, la seconda in 13”87; l’altro valdostano Nicolas Charbonnier (Oasi Vertical) ha completato i due tentativi, chiudendo il primo in 15”93 e migliorandosi nella seconda run in 15”13.

Tra gli under 18 sfortunata prova per Antonio Charrere (Oasi Vertical) che non ha concluso nessuna delle due prove, ma ha poi partecipato agli scontri diretti per il titolo regionale. Nella categoria Under 20 ha gareggiato Ivan Vuillermoz che ha chiuso la prima lane in 13”66, tempo migliore di quello della seconda prova conclusa in 15”56. Per concorrere per il titolo valdostano, i quattro ragazzi, dopo le prime due salite, si sono sfidati in scontri diretti.

Ivan Vuillermoz ha conquistato il titolo valdostano superando prima Antonio Charrere e nella finale Nicolas Charbonnier che si è così piazzato in seconda posizione. Charbonnier, a sua volta, nel primo turno ha avuto la meglio su Michael Fassino che nella finalina ha battuto Antonio Charrere portando a casa il bronzo. Al quarto posto, Antonio Charrere.

La speed è la prova di velocità e chiede agli atleti di completare la via, solitamente di livello medio-basso, nel minor tempo possibile. Il muro ha uno sviluppo complessivo di 15 metri e prevede un sistema di cronometraggio che gli atleti possono fermare arrivando all’ultima presa.  Didascalia da sx: Ivan Vuillermoz, Antonio Charrere, Cristiana Martinetto (Delegato Fasi), Silvia Cazzanelli, Nicolas Charbonnier, Michael Fassino

fuas

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore