SPORT GHIACCIO - 07 aprile 2021, 18:05

Wheelchair curling: Marchese e Bich a Lohja per i Mondiali del Gruppo B

Esordio del valdostano Egidio Bich. Dopo l’esordio contro la Turchia, doppio impegno domenica 11 alle ore 13 italiane contro la Svizzera e alle 17.30 contro i padroni di casa della Finlandia. Lunedì 12, invece, sfida al Giappone (ore 13) e alla Repubblica Ceca (ore 17.30)

Fabrizio Bich con Egidio Marchese (dietro)

Fabrizio Bich con Egidio Marchese (dietro)

Cominicia da Lohja, in Finlandia, il cammino di qualificazione della Nazionale Italiana di wheelchair curling verso i Giochi Paralimpici Invernali di Pechino 2022. Dal 10 al 15 aprile, la località scandinava ospiterà il Mondiale del Gruppo B, evento che promuoverà tre formazioni al Gruppo A in cui in autunno verranno messi in palio i dieci posti per le prossime Paralimpiadi, in programma nella capitale cinese dal 4 al 13 marzo.

La squadra italiana, che farà il suo esordio sabato 10 alle ore 17.30 italiane (18.30 ora locale) contro la Turchia, è formata da Angela Menardi (Curling Club 66) in veste di skip, Fabrizio Bich (Disval) quale second, Orietta Bertò (Albatros Trento, third) Egidio Marchese (Disval, fourth) - nella foto in azione - e Matteo Ronzani (Curling Club 66) come alternate del primo incontro, ma pronto a subentrare nel corso del torneo. Il team è guidato dal responsabile tecnico Roberto Maino. Della spedizione azzurra fa parte anche la fisioterapista Barbara Giacchè. Dopo l’esordio contro la Turchia, doppio impegno domenica 11 alle ore 13 italiane contro la Svizzera e alle 17.30 contro i padroni di casa della Finlandia. Lunedì 12, invece, sfida al Giappone (ore 13) e alla Repubblica Ceca (ore 17.30). Martedì 13 aprile, le partite con Ungheria (ore 8.30) ed Estonia (ore 13), mentre mercoledì 14 si chiuderà il round robin con le sfide a Stati Uniti (ore 8.30) e Germania (ore 13). Le semifinali e le finali sono previste per giovedì 15 aprile alle 9 e poi alle 14.  “In questi giorni siamo stati sottoposti a quarantena preventiva, restando chiusi in stanza salvo un’ora d’aria al mattino e una al pomeriggio, mentre il primo allenamento sarà venerdì – racconta il tecnico italiano Maino - il nostro obiettivo è senza dubbio salire nel Gruppo A e giocarci la qualifica alla Paralimpiade di ottobre". "Abbiamo un gruppo affiatato e in forma, ma non dobbiamo farci sorprendere - avverte - le partite saranno tutte difficili perché tutti gli altri team sono cresciuti e il livello internazionale si è alzato notevolmente".

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

SU