SPORT GHIACCIO | mercoledì 24 ottobre 2018 07:26

SPORT GHIACCIO | lunedì 23 maggio 2016, 10:14

Pattinaggio artistico: Sara Casella in gara a Torino il 28 maggio

Sara Casella in esibizione

Sara Casella in esibizione

Sara Casella, giovane atleta valdostana trasferita ormai da un anno a Torino, si cimenterà sabato 28 maggio alle ore 15:00 al Palasport Tazzoli in due pezzi di rilievo, "Sei bellissima" di Loredana Bertè e "Nothing compares to you" di Sinéad O'Connor. La passata stagione Sara, giovane atleta valdostana cresciuta a Courmayeur sotto la guida di Romina Poli, ha deciso di trasferirsi a Torino presso l'Ice Club Torino, grande società che ha messo a sua disposizione diversi tecnici in grado di farla crescere professionalmente. 

"Fin da subito, con i miei nuovi allenatori Claudia Masoero e Edoardo de Bernardis, si è creato un ottimo rapporto e, grazie alla loro disponibilità e alle mie compagne di allenamento, mi sono integrata in fretta. Questo importante cambiamento è stato reso più facile anche grazie al appoggio della mia famiglia e della mia preziosissima mental coach Beatrice Raso. Ho continuato a frequentare il liceo Linguistico a Courmayeur. Mi recavo a scuola solo per le verifiche e le interrogazioni. Siccome l'anno prossimo avrò la maturità, per riuscire a conciliare scuola e sport in maniera ottimale, ho deciso di iscrivermi presso un liceo di Torino, in maniera tale da riuscire a frequentare anche le lezioni" dice Sara. 

Nella stagione 15/16, Sara, nonostante tutti questi cambiamenti, è riuscita ad ottenere risultati soddisfacenti sia in campo nazionale che internazionale. Al Grand Prix di Zagabria infatti, si è classificata al quinto posto ottenendo un punteggio totale di 142,59. Risultato entrato nella storia del pattinaggio italiano in quanto nessuno, prima di lei, aveva ottenuto un punteggio così alto. In Italia invece, si è classificata al terzo posto nei campionati italiani assoluti svoltosi allo stadio olimpico di Torino. 

"Durante questa stagione ho fatto dei grossi cambiamenti e sono migliorata molto sia sul lato tecnico che sul lato artistico anche se, il lavoro da fare è ancora molto. Quest'anno sono anche riuscita a qualificarmi per i Mondiali Junior che si sono svolti a Debrecen, a cui purtroppo, a causa di un infortunio, non ho potuto partecipare. A questo proposito voglio anche ringraziare il mio fisioterapista Michel Petacchi, sempre pronto a rimettermi in piedi". 

Grazie ai risultati ottenuti nelle varie competizioni Sara si è confermata nuovamente nella squadra nazionale per due stagioni. Nella prossime competizioni, si cimenterà in nuove coreografie con uno short program molto particolare su musica elettronica e violini e un free program classico su musiche di Chopin a piano forte con le coreografie di Edoardo de Bernardis. Obiettivo futuro? Qualificazione ai prossimi campionati europei! 


an.zi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore