/ ARRAMPICATA

ARRAMPICATA | 08 settembre 2023, 14:53

L’arrampicata approda in uno dei templi dello sport italiano

Si è tenuta ieri la Conferenza Stampa di presentazione dell’evento di Qualifica Olimpica Continentale di Arrampicata Speed che si svolgerà venerdì 15 settembre presso la Grand Stand Arena al Foro Italico di Roma

L’arrampicata approda in uno dei templi dello sport italiano

La Federazione Italiana Arrampicata Sportiva FASI, supportata da Sport e Salute, è l’organizzatrice della manifestazione, sotto l’egida della Federazione Internazionale Arrampicata Sportiva IFSC.

50 fra i migliori velocisti d’Europa si sfideranno ai massimi livelli per cercare di conquistare i due pass in palio per le Olimpiadi di Parigi 2024, seguendo le orme del neo Campione Mondiale Matteo Zurloni.

La struttura di arrampicata allestita presso la Grand Stand Arena può ospitare un totale di circa 2500 spettatori, che potranno accedere gratuitamente all’evento.

Il Presidente della Federazione Arrampicata Sportiva Italiana, Davide Battistella, ha accolto gli intervenuti alla presenza del Campione del Mondo Matteo Zurloni e dei 6 velocisti della Nazionale azzurra (Ludovico Fossali, Gian Luca Zodda, Alessandro Boulos, Luca Robbiati, Beatrice Colli, Giulia Randi) che gareggeranno nella competizione.

Venerdì 15 alla Grand Stand Arena del Foro Italico aspettiamo appassionati, curiosi, tecnici, addetti ai lavori, per questa prima volta a Roma di una gara incredibile, con atleti internazionali di altissimo livello.

L’arrampicata è una disciplina relativamente giovane, ma in forte crescita, è diventata Federazione da circa un anno, ha circa 70.000 iscritti e circa 500.000 praticanti. Con la Federazione già collaboriamo su alcuni importanti progetti, per lo sport al femminile, per gli adulti e per i giovani.

La location del Foro Italico è unica al mondo sia per dimensioni, che per bellezza che per posizione. Siamo felici di poter ospitare qui questa manifestazione e speriamo che sia l’inizio di una lunga collaborazione”.

Il Presidente FASI ha anche annunciato un progetto della Federazione: l’ambizione di far entrare l’arrampicata nella routine del sistema scolastico, perché arrampicare, dopo il gattonamento, è il secondo schema motorio dell’accrescimento del bambino, e può portare grandi risultati a livello di equilibrio, autostima, propriocezione e coordinazione motoria, che possono poi essere utilizzati anche su altri scenari sportivi.

pi/spr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore