/ CALCIO TAVOLO

CALCIO TAVOLO | 21 gennaio 2020, 11:35

Calcio Tavolo: Grande prestazione di Azzaro a Grugliasco

Dopo i primi tre tornei del Grand Prix Regionale Piemonte-Valle d’Aosta, Filippo Filippella guida entrambe le classifiche quella della Categoria Open di Calcio Tavolo e quella della Categoria Subbuteo

Arturo Azzaro in mezzo viene premiato per il 3° posto al Torneo Regionale “Dle Masche” di Grugliasco - Torino

Arturo Azzaro in mezzo viene premiato per il 3° posto al Torneo Regionale “Dle Masche” di Grugliasco - Torino

Prosegue l’intensa attività dell’ASD Calcio Tavolo Aosta con i giocatori rossoneri del Presidente Orlando Navarra impegnati su vari fronti.

Quest’ultimo fine settimana era dedicato all’attività regionale con la tappa del Grand Prix Regionale FISCT 2019-2020 del Piemonte-Valle d’Aosta di Grugliasco (TO) con il Torneo “Dle Masche”.

IL “TORNEO DLE MASCHE” A GRUGLIASCO

Il torneo valido solo per la Categoria Open di Calcio Tavolo ha visto la partecipazione di tre giocatori aostani: Filippo Filippella (che si è aggiudicato il Grand Prix Regionale nella scorsa stagione), Dario Di Muri ed Arturo Azzaro.

Nelle Fasi Eliminatorie, Filippo Filippella procedeva spedito verso il Tabellone Master battendo per 3-1 Letterio Di Stefano (SC Silvio Piola ‘19), poi per 2-1 Luca Schiavi (SC Biella ’91) ed infine per 4-0 Enzo Rossi (CCT Torino 2009).

Passava al Tabellone Master anche Dario Di Muri, ma al secondo posto per differenza reti. Dopo la vittoria per 5-0 su Paolo Bortoletto (CCT Torino 2009) e la vittoria per 3-0 su Giovanni Francavilla (CCT Torino 2009), veniva bloccato sul pari per 1-1 da Giancarlo Russo (CCT Torino 2009) che si aggiudicava il primo posto nel girone per migliore differenza reti.

Sul filo del rasoio il passaggio al Tabellone Master per Arturo Azzaro che si faceva bloccare sullo 0-0 da Roberto De Gregori (CCT Torino 2009) per poi vincere 4-0 contro Gianluca Mussato (SC Silvio Piola ’19), ma, nella gara decisiva per il passaggio del turno, incappava in una pesante sconfitta per 3-6 contro Genny Ancarola (SC Biella ’91). L’aostano si qualificava secondo solo in virtù del maggior numero di reti segnate a parità di differenza reti.

IL TABELLONE MASTER

Filippo Filippella in quanto testa di Serie n° 1 accedeva direttamente ai Quarti di Finale, mentre Dario Di Muri ed Arturo Azzaro erano costretti a disputare gli Ottavi di Finale.

Non aveva difficoltà a passare il turno Arturo Azzaro che, dopo la batosta subita da Ancarola, si riscattava con un netto 4-0 nei confronti del malcapitato Donato Erbì (TSC Warriors Torino), assicurandosi la vittoria con un inizio brillante mettendo a segno due reti nei primi minuti di gioco. Azzaro controllava l’incontro ed in contropiede realizzava la rete del 3-0 sul finire della prima frazione di gioco. Nella ripresa inutile assalto da parte di Erbì che si infrangeva sull’attenta difesa dell’aostano. In contropiede anche la quarta rete che chiudeva sul 4-0 il risultato in favore del rossonero.

Discorso opposto per Dario Di Muri che negli Ottavi di Finale del Tabellone Master trovava Christian Fricano (SC Monferrato). Il giocatore casalese è diventato la “bestia nera” per l’aostano che lo ha sconfitto negli ultimi 5 confronti. Inizio a “spron battuto” per Di Muri, ma la fretta non portava risultato e, dopo la sfuriata iniziale dell’aostano, Fricano incominciava a dettar legge con il suo gioco veloce ed a tutto campo. Il portiere di Di Muri si ergeva a protagonista, negando più volte la rete all’avversario, ma sul finire della prima frazione di gioco doveva arrendersi e Fricano si portava in vantaggio. Nella ripresa, l’aostano cercava di costruire il gioco e raggiungeva il pareggio dopo un’azione ben impostata sul lato sinistro della difesa avversaria. Il pari rinvigoriva Di Muri, ma il predominio di gioco di Fricano rimaneva costante.

Quando l’incontro sembrava destinato al sudden death, una fiammata di Di Muri gli dava l’opportunità di intrufolarsi nella difesa avversaria, ma l’omino dell’aostano mancava di un soffio la sfera e la possibilità di un tiro facile verso la porta del casalese. Sul capovolgimento di fronte un’azione in velocità di Fricano sorprendeva Di Muri ed il giocatore nerostellato con un fendente al volo realizzava a 3 secondi dal termine la rete dell’1-2 che lo qualificava ai Quarti di Finale.

Nei Quarti di Finale derby rossonero tra Filippo Filippella ed Arturo Azzaro. Partita molto aperta ed emozionante. Dopo una prima fase di studio Filippella incominciava a collezionare una impressionante serie di azioni da rete che, i legni della porta avversaria, le strepitose parate del portiere e gli errori di precisione dovuti alla fretta, non gli permettevano di andare in vantaggio. La legge del calcio si manifestava come sempre, dopo tanti errori in fase offensiva, in una delle rare occasioni costruite, Azzaro si portava in vantaggio e manteneva su questo punteggio il risultato. Nella ripresa stessa musica e stesso cliché, Filippella continuava a collezionare occasioni, ma non riusciva a segnare ed Azzaro si limitava al contropiede, quando ne aveva l’occasione. I miniti trascorrevano ed il risultato non cambiava, così che il derby rossonero terminava in favore di Arturo Azzaro che si aggiudicava l’incontro con il punteggio di 1-0.

Nelle Semifinali del Tabellone Master, Arturo Azzaro affrontava Marco Midoro (CCT Torino 2009). La concentrazione del rossonero si era esaurita nell’incontro precedente contro il compagno di squadra. Tanti gli errori di Azzaro, soprattutto in fase difensiva, con Midoro più cinico di Filippella e bravo a capitalizzare subito le occasioni da rete create. Il primo tempo vedeva Azzaro già in svantaggio per 0-2. Nella ripresa la timida reazione dell’aostano veniva stroncata dalla terza rete del torinese che si portava sullo 0-3 e controllava la gara fino al termine garantendosi l’accesso alla Finale.

Per la cronaca, Marco Midoro si aggiudicava il Tabellone Master superando al sudden death per 1-0 il compagno di squadra Giancarlo Russo, mentre il Tabellone Cadetti era vinto da Roberto De Gregori (CCT Torino 2009) che sconfiggeva per 2-0 Giovanni Francavilla (CCT Torino 2009).

IL GRAND PRIX REGIONALE PIEMONTE-VALLE D’AOSTA

Dopo i primi tre tornei del Grand Prix Regionale Piemonte-Valle d’Aosta, Filippo Filippella guida entrambe le classifiche quella della Categoria Open di Calcio Tavolo e quella della Categoria Subbuteo.

Ottimo terzo posto per Dario Di Muri nella classifica della Categoria Open, mentre nella Categoria Subbuteo i giocatori aostani la fanno da padroni con 4 giocatori nelle prime 5 posizioni.

naor

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore