CALCIO TAVOLO | sabato 24 agosto 2019 09:51

CALCIO TAVOLO | 25 giugno 2019, 09:28

Calcio Tavolo: Asd Aosta dall'orlo del baratro della C alla gioia della promozione in serie A

Da sn Paolo Ciboldi, Riccardo Ciboldi, Orlando Navarra, Filippo Filippella, Riccardo Rabacchin (cliccare sull'immagine per avviare la gallery)

Da sn Paolo Ciboldi, Riccardo Ciboldi, Orlando Navarra, Filippo Filippella, Riccardo Rabacchin (cliccare sull'immagine per avviare la gallery)

L’ASD Calcio Tavolo Aosta compie un vero e proprio miracolo alla Serie B dei Campionati Italiani a Squadre di Calcio Tavolo Categoria Subbuteo svolti presso il PalaSpeca di San Benedetto del Tronto (AP) Sabato 22 e Domenica 23 Giugno.

La Categoria Subbuteo, che si differenzia rispetto al Calcio Tavolo per l’utilizzo dei materiali tradizionali di gioco e del regolamento di gioco tradizionale, solo da pochi anni è entrata a far parte del circuito ufficiale F.I.S.C.T. (Federazione Italiana Sportiva Calcio Tavolo), che sta valorizzando questa disciplina, che conta, in giro per l’Italia, numerosissimi appassionati che la praticano in modo non ufficioso attraverso circuiti non ufficiali.

Il Subbuteo tradizionale coinvolge gran parte di giocatori che si avvicinano soprattutto perché lo conoscono fin dagli anni ’70 e lo trovano in vendita nei negozi di giocattoli.

(nella foto, l'agguerrita formazione dell'Asd Calcio Tavolo Aosta di serie B)


Da quando la Categoria Subbuteo è entrata ufficialmente nel circuito agonistico F.I.S.C.T. la squadra aostana del Presidente Orlando Navarra ha ottenuto subito risultati di prestigio, trainata dai suoi giocatori di punta che sono tra i migliori nel circuito nazionale di questa categoria.

Dopo aver ottenuto la promozione in Serie B tre anni fa, nelle ultime due stagioni, aveva perso lo spareggio promozione per la Serie A prima a Livorno (contro i Warriors Torino) e poi a Roma (contro l’Atletico Pisa), quest’anno, i giocatori rossoneri, erano preparati ad affrontare la kermesse nazionale con l’obiettivo di raggiungere il prestigioso traguardo pur conoscendo le difficoltà a cui andavano incontro per lo spessore tecnico di avversari molto più quotati di loro.

Il raggruppamento di Serie B prevedeva lo svolgimento di un girone unico all’italiana con 10 squadre: le prime due classificate avrebbero ottenuto la promozione diretta mentre la 3° e la 4° classificata si sarebbero giocate allo spareggio Play-Off l’ultimo posto disponibile, viceversa l’ultima classificata sarebbe retrocessa in Serie C e la perdente dello spareggio Play-Out tra la penultima e la terzultima. Oltre l’ASD Calcio Tavolo Aosta, la Serie B vedeva ai nastri di partenza il SC Salernitana, le Fiamme Azzurre Roma, il Pierce ’14 Casale Monferrato, il SC Catanzaro, il SC Vecchia Talpa Fidenza, il SC Aleramici Savona, il SC Bari, il Subbuteo Verona 2016 e la Subbuteo Palocco Ostia.

Gli aostani erano tra i possibili outsiders, ma proprio nelle ultime due settimane la squadra capitanata da Filippo Filippella (n° 6 del Ranking Italia Individuale nella Categoria Subbuteo) era stata decimata da infortuni e defezioni per le assenze di Giovanni Navarra, Hélène Boniface, Marco Barbera, Alessandro Rolle, Dario Di Muri ed Arturo Azzaro, tanto che il presidente Orlando Navarra (a dx nella foto sopra contro un avversario) aveva dovuto dare la sua disponibilità per una giornata di gare e per avere la squadra completa nella seconda giornata di gare, gli aostani avevano dovuto tesserare in extremis Riccardo Ciboldi.

In queste condizioni di emergenza, l’unico obiettivo dei rossoneri aostani era quello di raggiungere il prima possibile una salvezza tranquilla, riponendo nel cassetto tutti i sogni promozione accarezzati nel corso dell’intera stagione agonistica.

Al PalaSpeca di San Benedetto del Tronto, l’ASD Calcio Tavolo Aosta si presentava con Filippo Filippella (capitano), Riccardo Rabacchin, Paolo Ciboldi, Orlando Navarra e Riccardo Ciboldi. Nella giornata di Sabato 22 Giugno la squadra rossonera doveva disputare sei dei nove turni di gioco del raggruppamento e la giornata sarebbe stata fondamentale per capire come si sarebbe delineata la classifica finale con le pretendenti alla promozione e le possibili retrocesse. La prima giornata poneva l’ASD Calcio Tavolo Aosta contro il Pierce ’14 Casale Monferrato ed era già uno scontro decisivo ai fini della classifica, ma per gli aostani il cammino iniziava in salita. Filippo Filippella steccava il primo incontro perdendo per 1-2 (l’unica sconfitta su 10 gare) contro il forte Paolo Zambello, stessa sorte per Paolo Ciboldi che veniva beffato per 2-3 da Lorenzo Gaia, Riccardo Rabacchin (subentrato ad un distratto Orlando Navarra) riusciva a recuperare lo 0-2 della prima frazione di gioco contro Cristian Fricano ma non andava oltre il 2-2, mentre Riccardo Ciboldi che aveva mantenuto a reti inviolate il suo incontro nel primo tempo contro Alex Incorvaia, nella ripresa doveva cedere per 1-3 ad Andrea Dorato.

Il risultato finale con il punteggio complessivo di 0-3 decretava la prima sconfitta per gli aostani. Nella seconda giornata gli aostani avevano come avversario i favoriti alla promozione in Serie A, il SC Salernitana. Filippo Filippella schierava gli incontri in modo perfetto e si teneva fuori per subentrare nella ripresa. Infatti, riusciva ad accoppiare Orlando Navarra sconfitto per 0-4 contro Gabriele Silveri e Riccardo Ciboldi sconfitto per 0-6 contro Cesare Santanicchia, “sacrificando” due incontri per puntare al pareggio, che giungeva grazie alla vittoria di Riccardo Rabacchin per 4-2 su Maurizio Lepri e dello stesso Filippo Filippella che vinceva per 3-2 su Roberto Carbonaro (ribaltando il risultato del primo tempo 1-2, giocato da Paolo Ciboldi, che aveva limitato i danni).

Il risultato di 2-2 dava all’ASD Calcio Tavolo Aosta il primo punto in classifica. Nella terza giornata i rossoneri affrontavano il SC Catanzaro, che puntava al salto di categoria e che si era rafforzata durante. Questa volta a steccare l’incontro era Riccardo Rabacchin, che subentrato ad Orlando Navarra, che aveva mantenuto il risultato di 0-0 contro Alberto Gagliardi nel corso del primo tempo, veniva sconfitto per 0-1. Punto decisivo per la vittoria per 1-2 del SC Catanzaro che si aggiudicava anche il punto del match di Riccardo Ciboldi sconfitto per 0-6 da Cristiano Cordone. Paolo Ciboldi non andava oltre l’1-1 contro Alessandro Nefi, mentre Filippo Filippella  superava per 5-3 il malcapitato Ugo Custo.

Una vittoria, però, inutile ai fini del risultato finale. Nella quarta giornata l’ASD Calcio Tavolo Aosta incrociava il SC Aleramici Savona. Filippo Filippella (a sn nella foto mentre prepara un attacco)si teneva in riserva per entrare nella ripresa. Gli accoppiamenti dei singoli incontri non erano molti favorevoli, ma alla fine del primo tempo 3 incontri su 4 erano in perfetto equilibrio, tranne l’incontro tra Riccardo Ciboldi e Cristiano Craviotto che vedeva l’aostano soccombere per 0-3. Il capitano rossonero decideva di non influenzare gli equilibri e subentrava a Riccardo Ciboldi per cercare di recuperare il match contro Craviotto, ma gli riusciva solo di accorciare le distanze ed il punteggio finale di 1-3 consentiva al savonese di portare a casa un punto per la sua squadra.

Sugli altri campi la situazione non favoriva gli aostani che subivano altre tre sconfitte: Riccardo Rabacchin per 0-1 contro Andrea Lampugnani, Paolo Ciboldi per 0-1 contro Ettore Molino ed Orlando Navarra per 1-3 contro Costantino Bevilacqua. Un pesante 0-4 che spediva l’ASD Calcio Tavolo Aosta, dopo quattro giornate di gare, in penultima posizione con un piede in Serie C.

La quinta giornata di gare era diventata un bivio per la squadra aostana che aveva completamente abbandonato i sogni di promozione e si trovava sul baratro della retrocessione. Fare risultato contro il SC Bari era fondamentale per garantirsi almeno la possibilità di disputare il Play-Out per non retrocedere in Serie C. Qui, avveniva la svolta della manifestazione, una grande prestazione di squadra consentiva all’ASD Calcio Tavolo Aosta di vincere per 3-1 frutto delle vittorie di Paolo Ciboldi per 5-3 su Luigi Quaranta, di Riccardo Rabacchin per 3-2 su Gianpiero Pinto, di Filippo Filippella per 2-0 su Rodolfo Miccoli, mentre era ininfluente la sconfitta di Orlando Navarra per 1-2 contro Paolo Troccoli.

Al sesto ed ultimo turno della prima giornata di gare, i rossoneri affrontavano la squadra del Subbuteo Verona 2016. Uno scontro decisivo per le basse zone della classifica in ottica Play-Out. Ancora un ottimo abbinamento da parte del capitano Filippella, riusciva ad assicurare i punti utili per la vittoria. Successo per 3-0 con le vittorie di Filippo Filippella per 5-1 su Alessandro Girelli, di Riccardo Rabacchin per 2-1 su Massimo Franchi e di Paolo Ciboldi per 4-3 su Lorenzo Rocca, mentre Orlando Navarra pareggiava per 2-2 contro Albero Azzali, ottenendo il primo risultato utile da inizio giornata. La prima giornata di gare posizionava gli aostani in piena zona retrocessione con soli 7 punti in sei gare al 7° posto in classifica ad un solo punto dal Play-Out per la Serie C.

Nella seconda giornata di gare l’ASD Calcio Tavolo Aosta aveva bisogno almeno di altri 4 punti per scongiurare il Play-Out retrocessione dovendo affrontare le ultime tre giornate del girone di Serie B con l’ulteriore assenza di Orlando Navarra. Nella settima giornata di gare gli aostani affrontavano un’altra candidata alla promozione, la squadre delle Fiamme Azzurre Roma. Non avendo la carta delle sostituzioni, il capitano Filippo Filippella si affidava all’esperienza e sperava nella buona sorte. Strepitoso il risultato di pareggio per 2-2 che maturava in seguito alle vittorie di Filippo Filippella per 4-2 su Giosuè Esposito e di Riccardo Rabacchin per 4-1 su Milziade Teghini, mentre le sconfitte per 2-6 di Riccardo Ciboldi contro Paolo Bartolomeo e di Paolo Ciboldi per 0-2 contro Carmine Napolitano, davano ai romani i due punti per il pari.

Nell’ottava giornata di gare, all’ASD Calcio Tavolo Aosta toccava incontrare la squadra del SC Vecchia Talpa Fidenza, in quel momento al terzo posto in classifica, che si giocava la promozione diretta in Serie A. Un’altra strepitosa gara dei rossoneri consentiva di ottenere il successo del match per 2-1 con le vittorie di Filippo Filippella per 3-0 su Pietro Fanti e di Paolo Ciboldi (foto a lato, impegnato in un tiro verso la porta) per 1-0 contro Gian Marco Taverna, Riccardo Rabacchin fermava sul pari (1-1) Gianluca Pambianchi, mentre Riccardo Ciboldi subiva l’ennesima sconfitta (1-3) contro Francesco Molinari.

Nella nona ed ultima giornata del girone di Serie B, la squadra aostana doveva battere il SC Subbuteo Palocco Ostia (penultima in classifica) per essere sicura di non dover disputare il Play-Out per la retrocessione in Serie B proprio contro gli stessi romani. Un incontro molto equilibrato e molto sofferto che i giocatori dell’ASD Calcio Tavolo Aosta portavano a casa con il punteggio di 2-1. Filippo Filippella superava per 4-0 Marco Tavano e Riccardo Rabacchin per 1-0 Francesco Bressi, Paolo Ciboldi pareggiava per 3-3 il suo incontro contro Alessandro Guidi, mentre Riccardo Ciboldi doveva arrendersi a Riccardo Minnetti per 0-2.

Un risultato che condannava il SC Subbuteo Polocco Ostia alla Serie C e garantiva agli aostani la permanenza in Serie B. Mentre i giocatori rossoneri si rilassavano per la salvezza conquistata, una combinazione favorevole di risultati tra le prime della classifica nelle ultime due giornate di gioco, aveva accorciato le distante tra le varie squadre, tant’è che con i 3 punti della vittoria sui romani nell’ultima giornata di gare, l’ASD Calcio Tavolo Aosta aveva superato in un colpo, di un solo punto, ben quattro squadre e con il 4° posto in classifica finale si era guadagnata lo spareggio Play-Off per la Serie A.

Tra lo stupore di tutti e nell’incredulità generale di esser passati da una possibile retrocessione ad un Play-Off promozione, i giocatori aostani, conquistando 13 punti nelle ultime 5 gare del raggruppamento avevano compiuto un vero e proprio “exploit”. In Finale Play-Off l’ASD Calcio Tavolo Aosta si poteva giocare le pochissime “chances” di promozione in Serie A con l’obbligo dell’unico risultato possibile contro i liguri del SC Aleramici Savona, ossia la vittoria. Poiché in caso di parità, i liguri piazzatisi terzi nella Serie B, avrebbero avuto automaticamente garantita la promozione nella massima serie. Non avendo più nulla da perdere il capitano Filippo Filippella spronava i suoi a cercare la vittoria.

L’incontro si indirizzava da subito verso il pareggio con Filippo Filippella da un lato ed Andrea Lampugnani dall’altro che prendevano il largo nei rispettivi incontro su Ettore Molino e Paolo Ciboldi, mentre Riccardo Rabacchin era in vantaggio di misura su Cristiano Craviotto, e Riccardo Ciboldi in svantaggio per 0-1 su Costantino Bevilacqua. Nel secondo tempo mentre Filippo Filippella dilagava andando a vincere per 5-1 il suo incontro su Ettore Molino, così come Riccardo Rabacchin che si affermava per 3-0 su Cristiano Craviotto, Paolo Ciboldi, sotto per 0-2, riusciva a recuperare una rete ad Andrea Lampugnani, ma non andava oltre la sconfitta per 1-2, nonostante un grande secondo tempo con numerose azioni da rete non concretizzate. Il match si decideva sul campo dove si affrontavano Riccardo Ciboldi e Costantino Bevilacqua che fino a cinque minuti dal termine conduceva per 0-2.

Qui avveniva il miracolo: Riccardo Ciboldi, sempre sconfitto in tutti gli incontri, prima accorciava le distanze e poi a poco meno di 15 secondi dal termine dell’incontro agguantava un pareggio che valeva oro. L’incontro si concludeva con la vittoria per 2-1 dell’ASD Calcio Tavolo Aosta che conquistava la promozione in Serie A. Esplodeva la gioia dei rossoneri che nel giro di 24 ore erano passati dal baratro della Serie C alla conquista di una Serie A insperata. (Nella foto, a dx Filippo Filippella sta per segnare una rete)

Dopo due tentativi a vuoto nelle precedenti stagioni con due Play-Off persi, la promozione nel momento in cui nessuno poteva nemmeno lontanamente immaginarselo. Uno strepitoso successo che si aggiunge alla promozione in Serie C di Calcio Tavolo conquistata dall’ASD Calcio Tavolo Aosta nel mese di marzo e la vittoria ai Campionati Italiani Individuali Categoria Ladies di Julia Filippella a conclusione di un’annata eccezionale per i giocatori aostani.

Un plauso speciale dell'ASD Aosta per Riccardo Ciboldi, il giovane giocatore rossonero che ha regalato, grazie all’unico risultato utile conquistato in questi due giorni di gara, questa promozione fantastica in Serie A. Per la cronaca, lo scudetto del Campionato Italiano a Squadre Categoria Subbuteo 2018-2019 è stato conquistato dal team del SC Tigers Bologna, mentre in Serie B sono retrocesse la SPES Livorno, il CCT Roma ed il Black & Blue Pisa.

Dalla Serie B alla Serie A sono state promosse oltre l’ASD Calcio Tavolo Aosta, il SC Salernitana e il SC Catanzaro, mentre retrocedono in Serie C il Subbuteo Verona 2016 e il SC Subbuteo Palocco Ostia. La Serie C ha visto promuovere l’ASC Perugia 1976, la F.lli Bari Reggio Emilia e il SC Subbuteisti Modena.

Il prossimo fine settimana è dedicato ai Campionati Europei F.I.S.T.F. con tre aostani in Nazionale Azzurra: Julia Filippella nella Categoria Ladies (Individuale ed a Squadre), Sean Filippella nella Categoria Under 12 (Individuale ed a Squadre) e Filippo Filippella, Capitano e Coach della Nazionale Under 15.

info Asd calcio tavolo Aosta

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore