/ BOCCE

BOCCE | 12 maggio 2022, 08:00

Bocce: Italia e Francia tornano a sfidarsi dopo 32 anni. Azzurri guidati da Roberto Favre

Nel prossimo fine settimana si rinnova un appuntamento storico. Dopo trentadue anni, Italia e Francia tornano a confrontarsi nella classica epica sfida che divenne un cult per gli amanti del boccismo ai massimi livelli

Roberto Favre, neo citì degli azzurri

Roberto Favre, neo citì degli azzurri

Nel prossimo fine settimana si rinnova un appuntamento storico. Dopo trentadue anni, Italia e Francia tornano a confrontarsi nella classica epica sfida che divenne un cult per gli amanti del boccismo ai massimi livelli. Nella francese Montelimar, scenderanno in campo gli azzurri Francesco Feruglio (La Perosina), Luigi Grattapaglia (Brb), Gabriele Graziano (Gaglianico), Daniele Grosso (Brb), Matteo Mana (La Perosina), Luca Melignano (La Perosina), Stefano Pegoraro (Marenese), Alex Zoia (Marenese).

La spedizione italiana sarà completata dal neo citì l'aostano Roberto Favre, dal suo vice Carlo Pastre e dal fisioterapista Valerio Remino. Il confronto si consumerà nell'arco di 39 partite, per un totale di 78 punti. Inizio sabato 14 alle 9 e 30 e chiusura domenica prima dell'ora di pranzo.

I confronti Italia-Francia presero forma nel 1958, prima sede Annecy. In Italia, oltre a diciassette sedi diverse, furono Genova ad ospitarla per cinque volte (64, 65, 66, 67, 69) e Torino per quattro (68, 70, 74, 88). L'ultimo incontro si celebrò nell'astigiana Calamandrana nel 1990 e l'Italia schierò Nicola Sturla, Lino Bruzzone, Stefano D'Agostini, Sergio Guaschino, Carlo Pastre, Piero Amerio. Dal 1991 il testa a testa con i transalpini, venne sostituito dai quadrangolari con Francia, Croazia, Slovenia, Italia.

Il bilancio delle 52 edizioni fu nettamente a favore della selezione azzura, con 39 successi, rispetto ai 7 dei francesi, e con 6 pareggi.

redix

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore