/ RAFTING CANOA E KAYAK

RAFTING CANOA E KAYAK | 25 novembre 2021, 19:42

VOTIAMO PER LA WORLD RAFTING FEDERATION PRESIEDUTA DA DANILO BARMAZ

VIDEO CANDIDATURA - Per la Federazione Rafting lo sport è uno come strumento per ad agire in modo tangibile. Candidata al premio Peace and Sport ovvero gli Oscar per chi lo sport lo considera un’opportunità di inclusione

Danilo Barmaz

Danilo Barmaz

Il 6 aprile saranno premiate le persone e le organizzazioni che hanno contribuito alla celebrazione della Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace, attraverso un'iniziativa #WhiteCard o un evento che sensibilizzi sull'attivazione dello sport come strumento di sviluppo e di pace.

Tra i candidati anche la Federazione Internazionale Raftin presieduta dal valdostano Danilo Barmaz che ha presentato la sua candidatura con l’inziativa “ESSERE ACQUA BIANCA”

“Attraverso l'iniziativa ‘Be white water’ – spiega Danilo Barmaz - World Rafting Federation ha voluto evidenziare le storie significative di rispetto, condivisione e inclusione che sono al centro della comunità del Rafting. In occasione della Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace, Rafters di tutto il mondo sono stati incoraggiati a condividere le loro testimonianze ea celebrare la bellezza che esiste nella diversità”.

 Atleti e fan hanno condiviso storie significative sul potere del Rafting di unire le persone e promuovere l'equità di genere e l'inclusione sociale con iniziative che portano sulla stessa barca uomini, donne e atleti di para-rafting.

PER VOTARE CLICCARE QUI E SCEGLIERE LA SEZIONE

QUANDO LO SPORT IMPARA, INSEGNA E TRASMETTE LA PACE…

Fondata nel 2007 da Joël  Bouzou, medaglia olimpica di Pentathlon moderno e campione del mondo, Peace and Sport è un'organizzazione mondiale neutrale e indipendente che opera nell'usare lo sport e i suoi valori come strumento di pace.

In meno di 10 anni, il dinamismo dello sport ci ha già permesso di reinserire i bambini soldato nella società, aiutare gli orfani di guerra a ricostruire la fiducia in se stessi, reintegrare i rifugiati, facilitare l'accesso all'istruzione e altro ancora...

L'uso dello sport come strumento pedagogico ha motivato il movimento sportivo internazionale ad agire in modo tangibile. Parallelamente, il nostro successo sul campo ha reso i leader politici e i governi consapevoli di come lo sport possa essere un vero ed efficace meccanismo di pace.

Inoltre, sta sempre più lavorando con aziende internazionali, per incoraggiarle a integrare lo sport nella loro responsabilità sociale e nelle politiche locali.

Peace and Sport riunisce una squadra di “Champions for Peace”, campioni sportivi di altissimo livello ancora attivi o in pensione dalla carriera sportiva che desiderano aiutare le comunità svantaggiate attraverso lo sport. Sono modelli, eroi e fonte di ispirazione per i giovani di tutto il mondo.

PER VOTARE CLICCARE QUI E SCEGLIERE LA SEZIONE

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore