/ AUTO&MOTO

AUTO&MOTO | 13 agosto 2021, 21:40

Rally: Elwis Chentre e Fulvio Florean su Skoda Fabia si godono la vittoria a Canelli

Le prime tre prove speciali sono state dominate da Elwis Chentre, che attualmente si trova al comando della gara davanti a Massimo Marasso ed al sorprendete francese di Corsica Jean Philippe Quilichini, velocissimo alla prima esperienza su asfalto con la Skoda Fabia

Chentre in azione

Chentre in azione

Un dominio netto quello di Elwis Chentre e Fulvio Florean, vincitori del quarto Rally vigneti monferrini di Canelli su Skoda Fabia R5 del New Driver’s Team e preparata da D’Ambra. Il pilota valdostano e il navigatore ligure hanno vinto tutte le otto prove speciali in programma, lasciando agli avversari solo la lotta per la seconda posizione. Chentre, attuale leader della Coppa Rally zona 1, ha mostrato una superiorità netta anche sulle strade astigiane, che lo videro già vincitore nel 2013 alla Ronde colli del Monferrato e del Moscato.

PS1 Canelli: e’ il valdostano Elwis Chentre ad aggiudicarsi la prima prova speciale con il tempo di 4’32”3, 1”3 meglio di Grasso e 2”6 meglio di Marasso.

In quarta posizione lo svizzero Burri a 3”4, poi Araldo a 3”7, il francese Qulichini a 4”3 e Carosso a 4”7. Ottava posizione per Brega, staccato di 6”4, mentre Strata è nono a 6”8, con Gagliasso a chiudere la top ten staccato di 10”.

PS2 Asti Secco Arione: è ancora Chentre il migliore in 4’42”3, tallonato da Qulichini a soli 8 decimi. Burri è terzo a 1”7 ed Araldo quarto a 1”8. Quinto tempo per Marasso a 1”9, seguito da Gagliasso a 1”6 e da Grasso a 3”3.

Brega firma l’ottava prestazione a 5”7, poi Strata nono a 6”5 e Carosso decimo a 8”4. Inizia a delinearsi la classifica generale, che vede Chentre comandare con 4”5 di vantaggio su Marasso e 4”6 su Grasso.

PS3 San Marzano Oliveto: Chentre chiude in testa anche il terzo passaggio in 3’28”, lasciando Marasso a 2”6 e Quilichini a 2”8. Quarto tempo per Gagliasso a 4”3, quinto è Araldo a 4”6, seguito da Burri a 5”4, Carosso a 6”, Grasso a 6”5 ed Arione a 11”. Brega è decimo a 14” e lamenta una foratura in prova speciale.

ascova

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore