/ SPORT INVERNALI

SPORT INVERNALI | 13 maggio 2021, 19:38

Sci: 'Speed Opening' sul Cervino, il progetto Coppa del mondo prende forma

Il Cervino visto dal Plateau Rosa

Il Cervino visto dal Plateau Rosa

Gli specialisti della velocità potrebbero in futuro tracciare le prime curve della stagione di Coppa del Mondo ai piedi del Cervino. Si tratta del progetto transfrontaliero messo a punto dalla Federazione Italiana Sport Invernali (FISI), dalla Federazione sciistica della Svizzera (Swiss-Ski) in collaborazione con le località turistiche Zermatt e Cervinia. Il primo Opening della Speed World Cup a Zermatt/Cervinia potrebbe avvenire già nell’autunno 2023.

L’idea di ospitare gare di Coppa del Mondo ai piedi del Cervino non è nuova. Ma la nuova funivia tra Testa Grigia e il Piccolo Cervino, attualmente in costruzione, la renderà possibile a partire dal 2022. Il progetto sta ora prendendo piede; si sono già svolti diversi incontri tra rappresentanti di FISI e Swiss-Ski, Regione Autonoma Valle d’Aosta, impianti di risalita e organizzazioni turistiche. Ispezioni sono state già effettuate da Bernhard Russi e dai due direttori di gara FIS insieme all’ex campione olimpico Didier Défago, che ha disegnato la pista.

Le gare sul Cervino sarebbero le prime nella storia della Coppa del mondo a svolgersi su territorio transnazionale, con partenza e arrivo in diversi Paesi. La discesa maschile partirà dalla Gobba di Rollin (3.899 m sul livello del mare), in Svizzera, e l’arrivo sarà a Laghi Cime Banche (2.814 m slm), in Italia. Sarà la discesa disputata a più alta quota, nel mondo. Il comprensorio sciistico del ghiacciaio Théodule è, oggi, l’unico a rimanere in funzione tutto l’anno.

Oltre alle due Federazioni, sono coinvolti come stakeholder chiave nella “Cervino World Cup” gli impianti della Cervino SpA e Zermatt Bergbahnen AG, le destinazioni turistiche e sciistiche Cervinia e Zermatt, la Regione italiana Valle d’Aosta e il cantone Vallese così come Valtournenche e Cervinia, per l’Italia, e Zermatt; tutti fortemente motivati a dare il proprio contributo affinché questa idea visionaria possa diventare realtà. Il programma consiste nel lavorare con i rappresentanti di questi gruppi di stakeholder al fine di creare una struttura moderna per organizzare questo nuovo evento come parte della Coppa del Mondo di Sci Alpino.

I piani dei project manager, sotto la guida di FISI e Swiss-Ski, prevedono che le gare di velocità per donne e uomini ai piedi del Cervino debbano svolgersi in due fine settimana a fine ottobre/inizio novembre, nella migliore delle ipotesi a cominciare dal 2023, poiché non vi sono gare di Coppa del Mondo in quel particolare periodo.

Il Presidente della FISI Flavio Roda sottolinea: “Non si tratta esclusivamente di un progetto di due Paesi ma di un’opportunità per l’intero mondo dello sci. Inoltre, il progetto offre la grande opportunità di organizzare un’apertura internazionale della Coppa del Mondo di velocità. Gli sport invernali italiani faranno di tutto per fare la loro parte e dare il proprio contributo”.

“Le gare sul Cervino porterebbero numerosi vantaggi per lo sci. Da un lato si potrebbe accorciare il divario tra la partenza della Coppa del Mondo a Sölden e le prime gare di velocità; dall’altro, gli atleti di velocità di tutto il mondo avrebbero in anticipo le migliori opportunità di allenamento nel cuore delle Alpi “, aggiunge Urs Lehmann, Presidente di Swiss-Ski.

“Condividere con FISI e Swiss-Ski, Cervinia e Zermatt questo progetto transfrontaliero, per il quale abbiamo lavorato insieme in questi mesi, ci rende molto fieri. Portare la Coppa del mondo sul Plateau Rosà è una sfida che abbiamo voluto cogliere. Per noi è una grande opportunità collaborare con la Svizzera e le due Federazioni e far conoscere al grande pubblico la nostra Regione. Nelle prossime settimane continueremo il lavoro per definire i dettagli dell’evento sportivo e il nostro coinvolgimento nel comitato organizzatore” – dichiarano gli Assessori valdostani Luigi Bertschy e Jean-Pierre Guichardaz.

“Le due destinazioni turistiche di Zermatt e Cervinia condividono un comprensorio sciistico da molti anni. Questo progetto ci avvicina ancor di più; un evento sportivo di questa portata rappresenta un unicum nel suo genere sia per l’Italia sia per la Svizzera. Esso mette in evidenza come, grazie a una stretta cooperazione transfrontaliera, si possano presentare nuove opportunità per tutta l’area del Cervino”.- afferma Herbert Tovagliari, Presidente del CdA di Cervino SpA.

Franz Julen, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Zermatt Bergbahnen AG, sottolinea la garanzia di neve della regione: “Non c’è nessun altro luogo in cui le gare di velocità possono essere svolte così presto in una stagione di Coppa del Mondo come nel dominio sciabile del Cervino al confine tra l’Italia e la Svizzera. Inoltre, l’infrastruttura necessaria per questo esiste già in gran parte, il che renderebbe l’evento esemplare in termini di sostenibilità”.

FISI e Swiss-Ski si augurano che le gare di Coppa del Mondo per donne e uomini nel dominio sciabile del Cervino siano incluse nel calendario a lungo termine FIS il prima possibile.

info Fisi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore