/ CICLISMO

CICLISMO | 24 ottobre 2020, 19:06

GIRO D'ITALIA: Geoghegan Hart e Hindley per entrare nella storia

Per la prima volta nei grandi giri due corridori si trovano a pari merito in testa alla generale alla vigilia dell'ultima tappa. L'ex Maglia Rosa Kelderman staccato nella seconda salita di Sestriere. Domani la crono finale di Milano. Start list in allegato

GIRO D'ITALIA: Geoghegan Hart e Hindley per entrare nella storia

Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) ha ottenuto la sua seconda vittoria al Giro d'Italia davanti a Jai Hindley (Team Sunweb), nuovo leader della classifica generale dopo che il suo compagno di squadra Wilco Kelderman, non ha potuto tenere il ritmo di Rohan Dennis (Team Ineos Grenadiers) sulla seconda salita verso Sestriere e ha chiuso a 1'35".

Sarà una situazione senza precedenti nella storia del Giro e dei grandi giri, con due corridori, Hindley e Geoghegan Hart, a pari merito in testa alla generale alla vigilia dell'ultima tappa. Hindley è la nuova Maglia Rosa grazie ai centesimi della cronometro (86 centesimi). Sul traguardo di oggi l'inglese ha preso 10" di abbuono contro i 6" dell'australiano che aveva però battuto il corridore della Ineos Grenadiers al traguardo volante e preso 3" di abbuono contro i 2" di Geoghegan Hart.

Domani l'ultima frazione, la Cernusco sul Naviglio-Milano -  TISSOT ITT di 15.7km. Jonathan Dibben (Lotto Soudal) sarà il primo corridore a partire alle 13:40. La Maglia Rosa Jai Hindley (Team Sunweb) partirà per ultimo alle 16:12. L'ordine di partenza può essere scaricato da questo link.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • Seconda vittoria di tappa al Giro per Tao Geoghegan Hart dopo Piancavallo. Vince due traguardi in salita alpini (Piancavallo e Sestriere), ripetendo l’impresa del suo connazionale e compagno di squadra Froome nel 2018 (Zoncolan e Bardonecchia).
  • Prima Maglia Rosa per Jai Hindley, la 28a per l’Australia, che raggiunge il Lussemburgo all’8° posto di tutti i tempi.
  • Due corridori in testa alla classifica generale con lo stesso tempo prima della crono conclusiva: non era mai successo prima al Giro. I distacchi minimi nella classifica finale del Giro d’Italia sono 11’’ tra Fiorenzo Magni e Ezio Cecchi nel 1948, 12’’ tra Eddy Merckx e G.B. Baronchelli nel 1974, 13’’ tra Fiorenzo Magni e Fausto Coppi nel 1955, 16’’ tra Ryder Hesjedal e Joaquim Rodriguez nel 2012. Hesjedal aveva preso il via della crono finale di Milano con un ritardo di 31’’.



RISULTATO DI TAPPA

1 - Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) - 190 km in 4h52'45", media 38.941 km/h
2 - Jai Hindley (Team Sunweb) s.t 
3 - Rohan Dennis (Team Ineos Grenadiers) a 25"

CLASSIFICA GENERALE
1 - Jai Hindley (Team Sunweb)
2 - Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers) s.t.
3 - Wilco Kelderman (Team Sunweb) a 1'32"
4 - Pello Bilbao (Bahrain - McLaren) a 2'51"
5 - João Almeida (Deceuninck - Quick-Step) a 3'14"

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Jai Hindley (Team Sunweb)
  • Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo Zanetti - Arnaud Démare (Groupama - FDJ)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Jai Hindley (Team Sunweb), indossata domani da Tao Geoghegan Hart (Team Ineos Grenadiers)

DATI MONITORATI OGGI
I dati forniti da Velon raccontano la tappa attraverso dati dispositivi per il monitoraggio in tempo reale. I dati sono disponibili a questo link.

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Tao Geoghegan Hart: "Sicuramente prima del Giro non mi aspettavo questa situazione in classifica alla vigilia dell'ultima tappa. Come l'anno scorso, anche quest'anno stiamo vedendo corritori che non sono inizialmente tra i grandi favoriti arrivare a giocarsi la vittoria in un grande giro. Quello che ha fatto Rohan Dennis è stato incredibile e sono in debito con lui per la tappa dello Stelvio e per quella di oggi. Avere un due volte campione del mondo a cronometro e l'attuale campione del mondo [Filippo Ganna] che mi aiutano in questo modo è fantastico ma domani toccherà a me dare tutto nella prova contro il tempo finale".

La Maglia Rosa Jai Hindley: “È fantastico. Guardavo il Giro in TV quando ero bambino e sognavo di essere in testa alla generale di un grande giro un giorno. È una sensazione incredibile. Non ho rimpianti per la tappa dello Stelvio, ho vinto quella frazione e non possiamo cambiare il modo in cui abbiamo corso. Sull'ultima salita ho guardato Tao [Geoghegan Hart] per vedere se fosse stanco. Ho attaccato ma non sono riuscito a staccarlo. È un corridore forte a cronometro ma domani sarà una prova speciale, l'utima dopo 3 settimane di corsa. Darò tutto per questa Maglia".



La Maglia Ciclamino Arnaud Démare"La mia motivazione per andare in fuga oggi è stata quella di continuare a godermi questo Giro. Entrare nella fuga è stata una sfida con il mio compagno di squadra Simon Guglielmi. Correre all'attacco con ragazzo giovane come lui che mi ha aiutato moltissimo è stato fantastico. È stata una bellissima celebrazione del mio Giro. I tifosi mi hanno incoraggiato tanto sulla salita. Arrivare a Milano con la Maglia Ciclamino e quattro vittorie è un risultato enorme".

La Maglia Azzurra Ruben Guerreiro: "Tao [Geoghegan Hart] è uno dei miei grandi amici da quando correvamo insieme per l'Axeon. Sono felice per lui. Oggi mi sentivo bene e ho provato a fare una bella gara, sono arrivato al traguardo con Pozzovivo e Nibali. Un giorno forse proverò a fare classifica. Domani sarà bello entrare a Milano con la Maglia Azzurra. Mi rende felice e motivato per il futuro".

LA TAPPA DI DOMANI

Tappa 21 - CERNUSCO SUL NAVIGLIO-MILANO -  TISSOT ITT - 15.7km


CAMBIA IL QUARTIER TAPPA DI MILANO
Il QT della tappa 21 è lo Starhotels Rosa Grand, di Piazza Fontana 3 (Milano) e non più quello di Palazzo Reale. Il parcheggio rimane l'Autosilo Diaz di Piazza Diaz come indicato nel Garibaldi. 

Il percorso
Tappa a cronometro con partenza nel centro di Cernusco sul Naviglio. Si esce sulla ex-strada statale Padana Superiore e si procede quindi per ampi viali rettilinei e ben pavimentati verso Milano. All’inizio di via Palmanova si segnala il sottopasso della tangenziale Est seguito da un sovrappasso. Lasciata via Palmanova, si incontra il rilevamento cronometrico all’immissione in via Padova. Dove si procede praticamente sempre diritto fino agli ultimi 2 km che conducono all’arrivo in Piazza Duomo.

Ultimi KM
Ultimi chilometri per viali cittadini larghi nella prima parte e per vie a carreggiata ridotta nelle ultime centinaia di metri, con diverse svolte ad angolo retto consecutive a brevi intervalli (100 – 150 m) prima dell’ingresso in Piazza Duomo. Retta di arrivo di 250 m su lastricato larga 6 m.

COPERTURA TV

I palinsesti della Tappa 21 del Giro d'Italia sono disponibili a questo link.

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore