/ ATLETICA

ATLETICA | 13 luglio 2020, 10:32

Atletica: Ottimi risultati e nuovi personali dei valdostani al Crestella

Secondo meeting stagionale all’aperto al Crestella di Donnas, domenica 12 luglio, per il Test di Allenamento Certificato, il TAC

Eleonora Marchiando

Eleonora Marchiando

Dalla categoria Cadetti a salire, si è tenuta, a distanza di sette giorni, una seconda competizione ufficiale, proposta dal Comitato Fidal della Valle d’Aosta, con la collaborazione fattiva e in prima linea dei padroni di casa dell’Atletica Pont Donnas. Rispetto al primo appuntamento si registra una crescita degli iscritti, con quasi 300 atleti gara, e un’importante aumento degli atleti provenienti da fuori regione, piemontesi in primis, ma non solo. Grande star di giornata la discobola azzurra Daisy Osakue, oro alle universiadi 2019 che ha vinto lanciando l’attrezzo alla misura per lei normale di 52m63.

Per gli atleti valdostani, anche in questo appuntamento, come nella riunione di esordio, si sono registrati, soprattutto in campo femminile, risultati interessanti, alcune di queste minimo di partecipazione per i campionati italiani di categoria. Il via si è avuto alle ore 18,00 e subito si è registrata la fiammata della talentuosa ostacolista della Calvesi, Elisabetta Munari.

La 16enne Allieva, nella prova dei 100hs, con le barriere da 76cm, al primo anno nella categoria, ha polverizzato il proprio primato personale passando da 16”09, ottenuto lo scorso anno, a 15”21 (vento regolare +1,5) crono che comodamente le vale il pass per i nazionali under 18 e la inserisce tra le migliori specialiste d’Italia.

Secondo impegno, per l’atleta di Saint-Marcel, ancora ostacoli, ma questa volta 300metri, affrontati con la giusta determinazione concludendo in seconda posizione, in 46”96, chiaramente nuovo primato personale, alle spalle della titolata compagna Eleonora Marchiando di sette anni più navigata, ma lasciandosi alle spalle ben cinque avversarie.

Ad alzare il livello del meeting ha contribuito l’azzurra della Calvesi Eleonora Marchiando che dopo aver corso sette giorni prima i 200 metri in 24”63, nel secondo impegno ha replicato il mezzo giro di pista abbassando ancora il proprio personale a 24”51 (vento regolare +1,6), ottenendo il secondo miglior tempo tra le 25 atlete in gara e, soprattutto, conquistando il minimo A per i campionati italiani assoluti (minimo 24”60). A distanza di poco meno di 1h, per la 23enne di Aosta è giunto l’impegno sui 300hs, dove si è imposta in 42”21, secondo crono di sempre dopo il 41”76 fatto registrare nel 2018 a Formia.

Inserito nel programma di giornata la gara dei 100 metri dove al femminile si sono contate 28 iscritte e tra le valdostane il miglior tempo lo ha fatto registrare l’Allieva della Calvesi Camilla Sergi che ha corso nel nuovo personale di 13”15 (vento regolare +1,9).

Negli 800 femminili il miglior tempo tra le valdostane lo ha ottenuto Camilla Villanese (Pont Donnas) che ha coso in 2’50”91. Passando ai concorsi, nell’alto si è fermata a 1m50 Clarissa Giannattasio (Cogne) e nel triplo 9m38 è stato il miglior salto ottenuto da Silvia Paris (Pont Donnas), che le vale il nuovo primato personale.

Nella gara del disco, con la campionessa Osakue, quattordici le altre iscritte e tra le valdostane la migliore è stata Alessia Juglair (Pont Donnas) che ha scagliato l’attrezzo da 1kg a 22m34 realizzando il nuovo PB. 115 atleti-gara dalle prove assolute maschili. Nei 100 metri conclude in 11”14 (vento +1,5), in settima posizione assoluta, Nicolò Fasulo (Pont Donnas). A vincere la velocità è stato il velocista astigiano in forza all’Atletica Studentesca Rieti, Joseph Twumasi capace di 10”69 e 21”66 sulla distanza doppia, dove il più rapido dei valdostani è stato Jean-Marie Robbin (Calvesi) che si è piazzato al sesto posto in 22”41, ma con vento irregolare (+2,3) a soli 7 centesimi dal suo personale. Sempre l’atleta di Valpelline è tornato in pista poco dopo correndo i 300hs chiusi in 38”49.

Passando ai concorsi, seconda piazza nel salto in alto con 1m91 per Federico Deligios (Calvesi), mentre nel lancio del disco Allievi (kg 1,5) Rhemy Jeantet (Pont Donnas) ha concluso con 20m40. Spazio anche agli under 16 con Valentina Capone (Calvesi) protagonista sia negli 80 metri, dove ha corso in 10”46, purtroppo ventoso (+2.9), che nel salto in lungo dove è atterrata a 4m72 (vento regolare +2.0) realizzando il proprio primato personale (prec 4m65). In campo maschile, Luca Cipriano (Pont Donnas) ha corso in un notevole 9”97, per la prima volta sotto i 10 secondi, ma purtroppo ventoso (+2.5).

Doppietta per Tommaso Anrò (Cogne) migliore dei valdostani sia nei 300 metri con 41”00, primato personale (prec 42”17) che nel lancio del disco (kg 1,5) dove ha chiuso con 20m19.

TUTTI I RISULTATI

red. - fidal vda

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore