| mercoledì 23 gennaio 2019 18:57

| 12 gennaio 2019, 17:00

Nasce l'Athletica Vaticana. Un progetto di sport e valori

Nasce l'Athletica Vaticana. Un progetto di sport e valori

"Promuovere la pratica sportiva ma con un'apertura a iniziative culturali e sociali. Una società creata non solo per correre, ma per portare un messaggio". Monsignor Melchor Sanchez de Toca y Alameda ha spiegato così - nel corso della conferenza stampa nella sala stampa della Santa Sede - così le finalità di Athletica Vaticana, la prima associazione sportiva costituita nella Città del Vaticano.

Un'iniziativa che parte proprio dalla consapevolezza dell'importanza dello sport come veicolo di valori positivi. Alla società sportiva potranno ovviamente iscriversi tutti i dipendenti vaticani delle varie istituzioni, anche non cittadini: dalla Curia Romana al Governatorato e alla Segreteria di Stato, dalla Guardia Svizzera alla Gendarmeria, dai Musei Vaticani alla Farmacia, dall'Archivio Vaticano alla Biblioteca, tenendo anche conto della "transnazionalità della Santa Sede" che la rende molto diversa, ad esempio, dalla Repubblica di San Marino per altri versi invece omogenea nel rapporto con l'Italia e le sue istituzioni sportive.

"Non è stata una creazione dall'alto ma dal basso - ha aggiunto il sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura - Abbiamo trovato una forma che permette all'ente di essere riconosciuto all'interno del mondo dello sport italiano. Con l'accordo tra Santa Sede e Coni questa ed eventuali altre società potranno affiliarsi alle federazioni di riferimento. Stiamo inoltre lavorando a un accordo con il Comitato Italiano Paralimpico e in prospettiva ci piacerebbe firmare anche con il Comitato Olimpico Internazionale e con il Comitato Paralimpico Internazionale".

"Avremo un orizzonte multicolore, senz'altro fra i più significativi. Cercheremo di far brillare anche quella dimensione particolare della Santa Sede che riguarda l'accoglienza dei migranti", ha dichiarato il cardinale Gianfranco Ravasi presidente del Pontificio Consiglio della Cultura.  "Sono davvero contento che la Santa Sede, con il cardinale Gianfranco Ravasi e monsignor Melchor José Sanchez, abbia creduto in questa nuova realtà sportiva. Il Coni è pronto a mettersi a disposizione per ogni sinergia con il Vaticano", ha dichiarato il Presidente del Coni Giovanni Malagò.

"Veder nascere l'Athletica Vatica colpisce positivamente noi uomini di sport. Un'iniziativa che merita attenzione a livello universale. Sarà mia cura, come membro del Governing Board dell'International Paralympic Committee, segnalare questa novità straordinaria. La vicinanza della Santa Sede al Movimento Paralimpico è sempre stata grande. Con il nostro lavoro coltiviamo ogni giorno la consapevolezza riguardo l'importanza dello sport per cambiare la percezione della disabilità nel Paese. Si tratta, senza dubbio, di un evento storico. Da oggi il mondo dello sport può contare su una risorsa in più", ha dichiarato Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore