ULTRATRAIL | martedì 20 agosto 2019 11:49

ULTRATRAIL | 21 luglio 2019, 08:19

Trail: Nell’Ultramarathon du Fallère fanno festa i cuneesi

Trail: Nell’Ultramarathon du Fallère fanno festa i cuneesi

Sono stati oltre 300 i trailer che hanno deciso di partecipare a una delle tre prove - due competitive, una senza classifica - del Fallère, che hanno coinvolto nove comuni valdostani. A vincere sulla lunga distanza sono stati i cuneesi Danilo Lantermino - Fabio Cavallo (pari merito) e Georgiana Mlhaela Marinescu, mentre nella gara corta hanno primeggiato Massimo Farcoz - Henri Aymonod (pari merito) e Gloriana Pellissier.

 

I cuneesi sono stati grandi protagonisti sui sentieri della Valle d’Aosta. Lantermino e Cavallo si sono alternati al comando dell’Ultramarathon du Fallère. Hanno lottato per tutta la gara e alla fine hanno deciso di tagliare il traguardo insieme, con il tempo di 7 ore 36’24”. Terzo posto per il valdostano Erik Bochicchio (7 ore 45’13”).

 

Georgiana Mlhaela Marinescu, atleta di origine rumene che vive a Imperia, ha dominato la gara femminile. Ha tagliato il traguardo emozionata, con le braccia al cielo e con qualche lacrima di felicità per aver vinto l’Ultramarathon in 9 ore 44’01”. Alle sue spalle Elisa Giordano (10 ore 50’52”) e Lucia Guarienti di Brenzone Virando (11 ore 18’40”).

 

Nel Tour du Fallère i due favoriti Massimo Farcoz e Henri Aymonod hanno sempre corso insieme. Hanno tenuto lo stesso passo di allenamento e tagliato il traguardo a braccetto in 3 ore 58’23”. Il terzo posto è invece stato conquistato da Nicolas Statti (4 ore 09’01”) che sul finale ha superato il tarvisiano - ex azzurro del fondo - Claudio Muller, terzo per gran parte della gara e poi costretto a rallentare la sua corsa per problemi ai piedi.

 

Tra le donne si è invece imposta Gloriana Pellissier che ha sempre fatto gara di testa e ha fatto ritorno a Saint-Oyen in 4 ore 39’08”. Alle sue spalle, con il tempo di 4 ore 39’08”, Sonia Glarey, vincitrice del Licony. Terza la genovese Silvia Venzano in 5 ore 31’20”.

 

Grandi applausi per il team Gamba in Spalla che ha deciso di gareggiare al Fallère, dividendo il percorso in tre frazioni. È partito subito il valdostano Francis Desandré che poi ha passato il testimone al biellese Massimo Coda, con ultima frazione per la francese Fabienne Sava-Pelosse. Un’altra prova di forza per i tenaci atleti.

 

Ottanta persone hanno invece deciso di aderire al MicroTrail non competitivo con partenza libera tra le 9 e le 10. Giovani, famiglie e amici hanno passeggiato lungo i 13 chilometri disegnati sui sentieri di Saint-Oyen. Per loro nessun riferimento cronometrico, nessuna classifica, ma semplicemente una giornata di sport. Con un ricco pacco gara.

 

LE DICHIARAZIONI

Gloriana Pellissier: "In gara non ho visto Sonia, ma io non sono abituata a girarmi: tiro dritto e mi concentrato sulla mia prestazione. Tutte e due abbiamo tenuto un ritmo sostenuto per tutta la gara".

 

Massimo Farcoz: "È stato un bel lungo di allenamento in vista della gara di Zinal. Il clima di queste gare è sempre bello".

 

Henri Aymonod: "Dopo il Mezzalama ho iniziato bene la stagione di corsa. Poi ho avuto un normale calo e ora sono di nuovo in crescita".

 

Georgiana Mlhaela Marinescu: "Ho dato il massimo, ho fatto un ‘fuori giri’ al Fallère e pensavo di scoppiare. Invece ho recuperato in discesa e poi proseguito con il mio ritmo. È la prima volta che gareggio in Valle d’Aosta, ma ero già stata in vacanza".

 

Danilo Lantermino-Fabio Cavallo: "Siamo felici per questa giornata, fino agli ultimi tre chilometri è stata una vera battaglia. Ci siamo trovati bene perché questi sentieri sono simili ai nostri".

 

info acmediapress

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore