SPORT POPOLARI | sabato 20 luglio 2019 15:38

SPORT POPOLARI | 15 maggio 2019, 09:00

La Valle d’Aosta capitale des Jeux et Sports Traditionnels

Dal 30 maggio al 2 giugno la Federachon Esport de Nohtra Tera ospiterà l’Assemblea Generale della “Association Européenne des Jeux et Sports Traditionnels” (AEJeST)

Guido Théodule (a sn) impegna in una partita di mora

Guido Théodule (a sn) impegna in una partita di mora

Dopo le passate esperienze organizzative dell’assemblea 2004 e del colloquio internazionale 2011, la FENT offre nuova opportunità per i giochi tradizionali valdostani e la Valle d’Aosta, ovvero, come sottolinea il presidente Guido Théodule, “essere polo di interesse e incontro a livello europeo della cultura ludica regionale europea. Infatti l’Associazione europea dei giochi e degli sport tradizionali (AEJeST), fondata il 28 aprile 2001 a Lesneven (Francia), comprende federazioni e associazioni sportive o culturali, società o istituzioni accademiche e individui aventi lo scopo di gestire, promuovere o difendere i giochi e gli sport tradizionali in generale in Europa”.

Sottolinea ancora Guido Théodule: “L’Associazione mira a sostenere, sviluppare, promuovere una rete europea che lavori insieme per il riconoscimento degli sport e giochi tradizionali quali importanti elementi del patrimonio culturale dell’Umanità”.

In generale, tutte le iniziative che promuovono l'educazione dei giovani e migliorano la qualità della vita della popolazione generale

Il programma dell’evento prevede l’arrivo dei partecipanti durante la giornata di giovedì 30 maggio, il venerdì 31 maggio la delegazione assisterà alla giornata finale dei corsi di sport tradizionale nelle scuole; durante la mattina di sabato 1 giugno è fissata l’Assemblea Generale, il pomeriggio sarà invece dedicato alla finale di campionato dello Tsan; il rientro dei delegati è previsto per domenica 2 giugno.

L’assemblea generale si svolgerà a partire dalle ore 9 di sabato primo giugno presso la sala delle manifestazioni di palazzo regionale, l’ordine del giorno prevede, tra i vari punti, anche l’attribuzione del premio 2019 per il riconoscimento delle Buone Pratiche dei giochi e sport tradizionali.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore