SPORT INTEGRATO | lunedì 25 marzo 2019 21:47

SPORT INTEGRATO | 16 dicembre 2018, 10:01

Niente è impossibile, basta che ci sia la volontà!

In occasione del ritiro spirituale tenutosi mercoledì scorso presso il Cnos Fap (il Centro di Formazione dei Salesiani a Châtillon) con la classe di prima superiore del percorso dei carrozzeria e meccanica auto (di cui ci saranno le porte aperte sabato 15 dicembre dalle 14 alle 18) avente come oggetto la motivazione e l’importanza di superare gli ostacoli senza cedere alle prime difficoltà è stato invitato come testimone l’atleta disabile di Quart il valdostano Francis Desandré rimasto, privo di una gamba in giovane età sul posto di lavoro.

Niente è impossibile, basta che ci sia la volontà!

Ha molto colpito i ragazzi la motivazione e la grinta di Desandré che ha raccontato non solo il trauma subito ed il successivo difficile cammino riabilitativo, ma la sua volontà di dedicarsi successivamente allo sport passando prima per l’atletica leggera, passando per lo sci nautico per poi arrivare allo sci alpino.

In seguito si è avvicinato al mondo dei trail di montagna partecipando prima al 4K Alpine Endurance VdA e al Vertical Cervino X-Trail per poi prendere parte alla prima edizione del Tot Dret. Un momento della testimonianza che ha impressionato i ragazzi è stato quando Francis ha suggerito la via per superare un problema ossia ragionarci sopra per trovare una soluzione senza gettare la spugna alle prime difficoltà (“Nulla era impossibile per un uomo a patto che ce ne fosse la volontà”). Questo incontro è stato anche l’occasione per presentare il progetto di documentario "Gamba in spalla - Storie di di(ver)sabilità" che racconta la vita quotidiana di 5 persone diversamente abili e di come vivono lo sport.

E' la storia di Francis, Moreno, Fabienne, Lino e Massimo: un viaggio dalla Valle d'Aosta alla Sardegna, passando dalla Lombardia, dal Veneto e dalla regione francese del Rhône-Alpes. Il viaggio si conclude con la staffetta sull'Alta Via n°1, un'avventura lunga 130 chilometri e con 12.000 metri di dislivello positivo da fare interamente a piedi.

Il documentario diventerà un prezioso strumento di divulgazione da proiettare all'interno di festival tematici sullo sport, sull

Per realizzare tale documentario è stata lanciata una campagna di raccolta fondi. (Per maggiori informazioni sulle modalità all'indirizzo www.ulule.com/gamba-in-spalla).

Per vedere le foto dell’incontro il Cnos Fap ha un sito internet (www.cnosfapvda.it) ed è presente sui socials (Instagram, Facebook e Twitter).

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore