CICLISMO | mercoledì 24 ottobre 2018 07:20

CICLISMO | martedì 09 ottobre 2018, 18:00

Ciclismo: Restano conferma anticipazioni Aostasports su arrrivo Giro Italia in Valle

L’Assessore al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti, Claudio Restano ha incontrato, nella mattinata di oggi, martedì 9 ottobre, a Milano nella sede di Rcs Sport, il direttore del Giro d’Italia, Mauro Vegni per consolidare, negli anni futuri, la presenza del Giro d’Italia in Valle d’Aosta

Ciclismo:  Restano conferma anticipazioni Aostasports su arrrivo Giro Italia in Valle

"Abbiamo ragionato su una maggiore presenza che potrà tradursi, già nel 2019, con l’arrivo di una tappa di alta montagna e, il giorno dopo, con la partenza di una nuova frazione che porterà la corsa rosa fuori dalla Valle d’Aosta stato un incontro proficuo durante il quale abbiamo parlato del futuro della corsa rosa nella nostra Regione". E' il walzer di parole che l'assessore allo sport, Claudio Restano, ha utilizzato per confernare quanto scritto da Aostasports che ieri ha anticipato l'arrivo in Valle del Giro d'Italia.

Giro d’Italia 2019, sarà presentato l 31 ottobre a Milano, e per il momento, nonostante il walzer di Restano, l’unica cosa certa è che la corsa rosa partirà l’11 maggio da Bologna  e si concluderà il 2 giugno a Verona. Tra le possibili tappe figurano un arrivo a Courmayeur e una partenza da Saint Vincent. Per Courmayeur si parla di arrivo della 14/a tappa, il 25 giugno: Ivrea-Monte  Courmayeur. Il giorno seguente la corsa dovrebbe partire da Saint Vincent per raggiungere Bergamo.

La prima tappa è una cronometro: ssabato 11: Bologna-San Luca (cronometro individuale Km 8,200; tappa ufficiale). Il 19 maggio nona tappa con una seconda cronometro individuale Riccione-San Marino di 34,7 chilometri che precede il primo riposo che saraà seguito da un scondo risposto dopo la Saint Vincent-Bergamo.

"L’obiettivo - si legge ancota in una nota dell'assessore - è quello di implementare la presenza delle tappe in Valle d’Aosta che presenta tracciati perfetti per ospitare spettacolari e avvincenti tappe di alta montagna, importanti ai fini della classifica finale e in grado di richiamare davanti alla televisione e a bordo strada numeri importanti di tifosi e appassionati, da sempre attratti dalle imprese dei ciclisti nelle tappe alpine".

 

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore