BOCCE | mercoledì 24 ottobre 2018 07:50

BOCCE | venerdì 08 giugno 2018, 12:25

Bocce: Paolo Contoz ci ripensa, non 'chiude' la Nitri e la iscrive in A2

Paolo Contoz (al centro) con un trofeo conquistato dalla Nitri

Paolo Contoz (al centro) con un trofeo conquistato dalla Nitri

"Con la sconfitta contro la squadra del Mondovi, si chiude l’avventura della Bocciofila 'Nitri – Contoz' nel campionato di bocce di serie B”. Iniziava così a febbraio la nota diffusa dal responsabile della squadra, Paolo Contoz, che annunciava di aver deciso "di comune accordo con la famiglia Nitri" di chiudere "definitivamente, alla fine della stagione boccistica 2018, quella che è stata sicuramente la più gloriosa Società di bocce che mai ci sia stata in Valle d’Aosta".

Era stato l'impegno politico in Consiglio Valle a convicere Contoz della necessità di abbandonare gli amati campi di bocce per gli scranni della politica, ma in pochi mesi la situazione si è ribaltata: non si è ricandidato alle Regionali e ora il patron della storica società bocciofila di Nus ha fatto dietrofront e ha iscritto la squadra Nitri nel campionato di A2, ex 'serie B' che raggruppa Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria in un unico girone da 11 squadre.

Avventura "iniziata nell’anno 1985 con la tenacia e la volontà del Patron Franco Nitri e della signora Ginetta Marsigli", ricorda Contoz, la società crebbe negli anni con la collaborazione dello stesso Contoz e di Paolo Marjolet, passando dalla serie B alla serie A2 fino a raggiungere la massima serie, campionato in cui ha resistito per ben 16 anni. Dopo la retrocessione in serie B e la scomparsa del Patron Franco, la squadra è sempre stata gestita da Paolo Contoz.

Con alla guida tecnica Guido Ducourtil la società boccioflia vinse ben sei campionati italiani di serie B, tre con Paolo Marjolet, due con Claudio Gassino, uno con Luigi Girola e vinse tre gare di categoria A con lo stesso Contoz.

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore