CALCIO | venerdì 19 ottobre 2018 11:43

CALCIO | martedì 15 maggio 2018, 20:52

Calcio: Mancini richiama in nazionale Balotelli e si affida a Donnarumma

È iniziata l'era Roberto Mancini per la Nazionale italiana. Il dopo-Ventura è l'ex Zenit, pronto a far partire il ciclo che culmina con l'Europeo itinerante del 2020

Calcio: Mancini richiama in nazionale Balotelli e si affida a Donnarumma

L’annuncio dell’arrivo di Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale ha dato il via alla nuova era dell’Italia. Il dopo-Ventura (con la parentesi Di Biagio) è finalmente iniziato con un allenatore preparato, vincente, dal profilo internazionale che probabilmente serviva per ridare lustro a un “club”, quello della Nazionale, che aveva forse perso qualità in panchina.

Roberto Mancini, il nuovo Ct che cambierà l’Italia, dando un nuovo metodo e una nuova forma ai sogni azzurri di un paese che, dopo il flop che ha portato alla mancata qualificazione al Mondiale di Russia, vuole assolutamente ripartire. Quindi da chi ripartirà Mancini? Certezze ce ne sono poche, visto il cambio generazionale che è richiesto dopo l’addio di Buffon, Barzagli e De Rossi.

Tre Campioni del Mondo 2006 che hanno detto addio ai colori azzurri per questioni anagrafiche, compreso il centrocampista della Roma, che con Mancini ha un rapporto splendido e potrebbe anche farsi lusingare dall’idea di portare la fascia di Gigi Buffon fino all’Europeo 2020, che vedrà la partita inaugurale proprio nella sua Roma.

Importante sottolineare come proprio Mancini abbia sempre voluto allenare De Rossi, inseguito a lungo soprattutto ai tempi del Manchester City, quando l’attuale neo Ct telefonava al centrocampista giallorosso per convincerlo a raggiungerlo in Inghilterra a parametro zero. Fu allora decisivo Franco Baldini, che gli rinnovò il contratto a 6 milioni di euro a stagione, per anni il più alto ingaggio di un italiano in Serie A. Al netto del colloquio tra Mancini e De Rossi, in programma per parlare del futuro azzurro del classe 1983, quale potrebbe essere la prima formazione di Roberto Mancini nel primo impegno dell’Italia, il 28 a San Gallo contro l’Arabia Saudita.

 

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore