SPORT GHIACCIO | sabato 18 novembre 2017 16:53

SPORT GHIACCIO | lunedì 13 novembre 2017, 05:00

Hockey: Per i Gladiators una domenica più amara che dolce

La domenica di San Martino non è stata certo genreosa con i ragazzi dell'Hockey club Aosta Gladiator. Ma è conunque servita per fare esperienza da mettere in cascina per i prossimi appuntamenti

Under 9 - Quadrangolare - Torre Pellice (TO), sabato 11 novembre 2017

Torino Bulls - HC Aosta Gladiators 11-0
Valpellice Bulldogs - HC Aosta Gladiators 5-0
Pinerolo Sporting - HC Aosta Gladiators 8-1

Finale 3/4 posto
Pinerolo Sporting - HC Aosta Gladiators 5-1

HC Aosta Gladiators: Andrea Patacchini, Daniel De Martino, Federico Boscolo, Simone Minniti, Simone Nardella, Xavier Rosset, Etienne Montegrandi, Araldo Meucci, Lorenzo Pasquali, Giacomo Andretta, Filippo Lingeri, Edoardo Lingeri, Samuel Parolo, Isabel Parolo. Coach: Marco Patacchini.

La storia di questo raggruppamento merita di essere raccontata. Un Gladiatore è uomo di parola, sempre. Per questo, nonostante il grosso dei players Under 9 fossero impegnati nel torneo di Dubendorf (vedi relativo match report), la nostra società ha tenuto comunque fede all’appuntamento di Torre Pellice, rappresentato da un quadrangolare di categoria. Partecipare ha significato mandare sul ghiaccio (per quanto a campo ridotto e con cambi fissi), bimbi appena entrati nella categoria, con all’attivo non più di 5/6 allenamenti, che hanno preso la stecca in mano per la prima volta nello spogliatoio del “Cotta-Morandini” di Torre Pellice. Un’esperienza che ad altri avrebbe messo paura, ma i nostri baby Gladiators non si sono persi d’animo, anzi. Grintosi e sorridenti hanno portato a termine il loro impegno, divertendosi. Ne consegue che i risultati non siano il pezzo importante della giornata, ma la lezione “di vita” ricevuta ieri sarà utilissima per il futuro dei piccoli Gladiatori, ai quali la società tutta dice un sonoro “grazie!” per essersela sentita ed aver tenuto alto il nome dell’hockey valdostano!

Under 9/11 - Torneo internazionale di Dubendorf (Svizzera) - Sabato e domenica 11/12 novembre 2017

Categoria Under 9

Semifinale
HC Aosta Gladiators - GCK Lions 3-2

Finale 1/2° posto
EHC Biel/Bienne Spirit - HC Aosta Gladiators 5-0

Piazzamento finale U9 Gladiators: secondi (su 16 compagini partecipanti).

HC Aosta Gladiators U9: David Cout, Samuel Picco, Gioele Albis, Andrea Giacometto, Samuele Giovinazzo, Simone Giuliani, Giulio Pititto, Stefano Terranova, Andrea Vaccarino, Alessandro Simonazzi, Riccardo Sormani, Angelo Zandegiacomo, Federico Sinigaglia. Coach: Michael Lattanzi e Davide Picco.

Il Torneo internazionale di Dubendorf è uno dei più importanti a livello giovanile in Svizzera (nazione ove l’hockey sta al contesto sociale quasi come il calcio in quello italiano). Ne consegue che l’appuntamento è molto sentito e che le società “spintonano” per fare bella figura, allestendo roster di livello. I Gladiators ne sono consapevoli e hanno spedito nel cantone di Zurigo una rosa inclusiva dei migliori elementi di casa, più qualche “prestito” dalle squadre con cui si collabora storicamente. I nostri hanno letteralmente infiammato la competizione, cui partecipavano ben 16 compagini. Si sono tolti la soddisfazione di vincere sei incontri su sette nel girone iniziale (solo il Biel, descritta come “un altro pianeta” da chi c’era, li ha fermati). Una tabella di marcia che ha fatto concludere la parte iniziale del torneo al secondo posto, “sparando” i ragazzi di Lattanzi/Picco dritti in semifinale. Lì, se la sono vista contro il GCK Lions, riuscendo ad imporsi di misura. A quel punto, quasi increduli per l’impresa compiuta, i Gladiators hanno disputato la finale. Avversario, quell’ostico Biel tanto indigesto sin dalle prime battute del torneo. Risultato finale, sconfitta per 5-0. I nostri hanno reso l’onore delle armi, ma conquistato un secondo posto che, per quel che si è visto sul ghiaccio, è pesantissimo e fa onore ai piccoli Gladiatori, dando loro (e alle loro famiglie) il riscontro più affidabile sulla qualità dell’avviamento che hanno ricevuto in corso Lancieri.

Categoria Under 11

Finale 9/10° posto
HC Aosta Gladiators - HC Lugano 3-4

Piazzamento finale U11 Gladiators: decimi (su 16 compagini partecipanti).

HC Aosta Gladiators: Micheletti, Mattia Lenta, Luca Reale, Luca Cirina, Enrico Berti, Didier Tacchella, Luca Tappella, Stefano Terranova, Alessandro Zandegiacomo, Riccardo Muraro. Coach: Fabrizio Berti.

Se Dubendorf è torneo in grado di dare filo da torcere agli U9, salendo di categoria tutto diventa ancora più difficile. Il girone iniziale (anche in questo caso lo schema era identico, con 16 squadre in gara) parte bene per gli U11 di Berti, che partono castigando due “bestie” nere come Biel (vinta 3-2) e Davos (vittoria per 4-2). Poi, purtroppo, forse perché le energie servite per questo exploit non erano affatto poche, sono arrivate quattro sconfitte di fila. Prima di chiudere il girone, però, tempo per un’altra affermazione, contro Olten (superata per 5-2). A quel punto, con la quinta piazza di girone, i nostri si giocano la finale per il 9/10° posto della classifica conclusiva. La sorte fa sì che l’avversario sia uno “spauracchio” storico dei Gladiators nelle competizioni in terra elvetica, l’HC Lugano. La partita è tirata, i nostri stringono i denti, consci di aver avuto momenti notevoli nel torneo, che potrebbero ripetersi. Il finale, però, sorride agli svizzeri, per 4 reti a 3. Visto il livello, lasciarsi dietro sei squadre nel ranking finale non è poca roba e se si aggiunge che il torneo l’ha vinto quel Biel battuto dai Gladiators nel girone, si capisce che motivi per sorridere ce ne sono, al di là della classifica.

Under 15 - Campionato di categoria - Torre Pellice (TO), domenica 12 novembre 2017

Valpellice Bulldogs - HC Aosta Gladiators 11-4 (4-3, 7-0, 0-1)

HC Aosta Gladiators: Simone Comiotto, Nicolò Fanelli, Marco Olivo, Nicolò Borio, Alessia Terranova, Marta Mazzocchi, Fabio Pietromica, Mathieu Scala, Gabriel Dino Montini, Lorenzo Lamberti, Alessandro Pica, Alessandro De Santi, Davide Gerbi, Nicolò Masoni, Alessandro Minniti, Matteo Mazzocchi. Coach: Comiotto.

Marcatori: Davide Gerbi, Alessandro Minniti, Matteo Mazzocchi, Fabio Pietromica.

La luce si spegne nel secondo drittel, quando entrano sette reti avversarie. Nel primo e nell’ultimo, i Gladiators non hanno fatto male, rispettivamente tenendosi vicini e superando un avversario temibile come il Valpellice. Cosa sia accaduto nella frazione intermedia (difficile anche credere ad un calo fisico, visto che nel terzo tempo i nostri sono tornati in rete) sarà il lavoro che attende coach Comiotto e i suoi ragazzi da domani. La situazione non è grave, i Gladiators U15 sono sesti nella classifica provvisoria, con 9 punti (e va segnalato che hanno due partite all’attivo in meno della capolista, con una conseguente diversa attribuzione di punteggio). Domenica 19 arriveranno ad Aosta, alle 12.30, i Torino Bulls, che sono attuali secondi. Occorre capire in fretta. Forza, ragazzi!

Squadra Senior - Amichevole - Patinoire di Aosta, domenica 12 novembre 2017

HC Aosta Gladiators - Real Torino 5-3 (1-1, 2-2, 2-0)

HC Aosta Gladiators: Davide Baraldi, Claudio Dezoppis, Pascal Blanc, Diego Giacché, Luca Pignataro, Michael Lattanzi, Federico Bottani, Simone De Luca, Alessandro Iacovelli, Tommaso Rossi, Kevin Paillex, Samuel La Rocca, Tommaso Luche, Paolo Gisonna, André Guichardaz.

Marcatori: Michael Lattanzi, Samuel La Rocca, Simone De Luca, Kevin Paillex, Claudio Dezoppis.

 

Aveva il gusto della sfida eterna, l’amichevole di oggi della squadra Senior. Il Real è stato l’avversario di sempre negli scorsi campionati di Serie C ed è naturale che, sotto le braci, lo spirito di quella competizione (che spesso decideva l’esito finale dell’interregionale Piemonte/Lombardia/Valle d’Aosta) covasse ancora. Ne è venuta fuori una partita tirata, in bilico fino alla fine, fatta loro dai ragazzi capitanati da Baraldi nell’ultimo dritte, prima con un goal su azione, poi - negli ultimi secondi - quando i piemontesi stavano tentando il tutto per tutto in sei sul ghiaccio e senza goalie, con Dezoppis riuscito a sgattaiolare verso la porta avversaria e preciso nell’insaccare, mettendo il suggello sulla serata. Un’altra serata positiva per la compagine che sta fungendo da “incubatrice” dei giovani che formeranno la C del futuro, assistiti dai “senatori” che hanno ancora lo spirito Gladiators da esprimere sul ghiaccio.

red. cro.- ch.di.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore