SPORT INTEGRATO | sabato 20 ottobre 2018 04:15

SPORT INTEGRATO | domenica 12 novembre 2017, 21:00

Mondiali di scherma paralimpica. L'Italia chiude con un argento nella sciabola femminile

Mondiali di scherma paralimpica. L'Italia chiude con un argento nella sciabola femminile

L'Italia chiuede questo straordinario mondiale di scherma paralimpica con un argento nella prova a squadre di sciabola femminile. Il medagliere azzurro chiude con all'attivo 11 medaglie: 5 ori, 3 argenti, 3 bronzi.

Ad aprire la giornata la squadra di sciabola femminile composta da Loredana Trigilia, Andreea Mogos, Rossella Pasquino e Marta Nocent. Le azzurre superano agevolmente, al primo turno, la Grecia con un netto 45-19. Più combattuto l'incontro in semifinale con la Polonia che termina con il vantaggio azzurro per 45-35. In finale l'Italia trova una fortissima Ucraina che si impone per 45-31. E' argento per le atlete azzurre. Arriva dopo una gara combattuta stoccata su stoccata.

L'Italia della spada maschile ferma la sua corsa contro la Francia: 45-40 il risultato finale a favore dei transalpini. La squadra, composta da Alessio Sarri, Matteo Betti, Emanuele Lambertini ed Edoardo Giordan non riesce a salire sul podio.

Entusiasta dell'intera manifestazione il presidente del Comitato Italiano Paralimpica Luca Pancalli: "Si conclude un'edizione straordinaria dei mondiali di scherma paralimpica. Straordinaria sia dal punto di vista dei risultati sportivi che sotto quello dell'organizzazione. Merito soprattutto dell'ottimo lavoro svolto dalla Federazione Italiana Scherma e dall'intero gruppo azzurro. Il medagliere italiano parla chiaro e pone l'Italia ai primi posti nel mondo in questa disciplina".

"Un'edizione in cui sono arrivate le conferme da parte dei grandi campioni ma anche novità importanti - aggiunge Pancalli - Sono stati ottimi, infatti, i risultati dei giovani atleti e degli atleti agli esordi. Un fatto che fa ben sperare per il futuro. La scherma paralimpica che già vanta una tradizione vincente, continua a crescere e a rappresentare un'eccellenza. Colgo l'occasione per complimentarmi con il presidente Giorgio Scarso, con i preparatori, il personale tecnico e gli atleti. Questo gruppo ci ha resi ancora una volta orgogliosi".

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore